Vacanza in campeggio: i 5 consigli per godersela al meglio

 

Se pensate alla vacanza in campeggio, ecco una breve guida che Campeggi.com consiglia, soprattutto a chi ha deciso per la prima volta di sperimentare un’esperienza del genere.
C’è chi sceglie il campeggio per il risparmio, chi per soddisfare la propria fame d’avventura e chi semplicemente lo predilige per la facilità con la quale si incontrano persone provenienti da tutto il mondo.

Al di là dei motivi che ogni anno spingono i turisti in campeggio, con numeri stabili a dispetto delle varie crisi, c’è la consapevolezza della vacanza in libertà: pochi oggetti al seguito e scarse formalità per staccare dalla vita quotidiana.
Ma le cose stanno veramente così? Certo, a patto di seguire pochi e semplici consigli che evitano di trasformare anche il campeggio in una vacanza da incubo.

campeggio-famiglia
Campeggio in famiglia

 

Ecco le 5 regole d’oro di Campeggi.com portale leader del network turistico KoobCamp, da tenere sempre in tasca come un coltellino svizzero:

1- Non siete MacGyver né Bear Grylls: non bastano due rami intrecciati, un po’ di foglie e un acciarino a costruirvi un rifugio confortevole. Mettete da parte il fai da te e l’istinto di sopravvivenza per recarvi in un negozio di articoli da campeggio, dove sapranno consigliarvi sulla tenda, sul sacco a pelo e su tutti gli altri accessori indispensabili per la vita all’aria aperta.

2- Pocahontas e Toro Seduto appartengono alla storia: la scelta della tenda è solo un’opzione, soprattutto oggi che i campeggi offrono bungalow, case mobili e addirittura chalet dall’aspetto e dalla vivibilità superiori.
Dal condizionatore alla cucina, anche le sistemazioni standard garantiscono un ottimo confort, per non parlare del Glamping.

3- “Tutti per uno, uno per tutti”, come I tre moschettieri: scegliere una destinazione alla cieca può riservare sgradite sorprese, meglio affidarsi all’esperienza dei conoscenti, a siti web specializzati, community di viaggiatori e recensioni.
Portali come Campeggi.com consentono di informarsi in anticipo sui servizi offerti dalle strutture e, grazie alle schede con immagini, di visualizzare su uno schermo location e sistemazioni.

4- Non affidatevi alla sorte, passare da Gastone a Paperino è un attimo: anche se scegliete la sistemazione in piazzola, per un vacanza in tenda o in camper, prenotando in anticipo evitate il rischio di trovarvi di fronte alla scocciatura del tutto esaurito.
I siti web di prenotazione per campeggi e villaggi, come quelli del network KoobCamp, offrono il contatto diretto o il booking online della struttura senza costi aggiuntivi, permettendovi di organizzare la vacanza per tempo.

5- Il campeggio è il più reale dei Social Network: la vacanza nei campeggi e nei villaggi è sinonimo di socializzazione, grazie ai numerosi spazi comuni e alla naturale predisposizione della gente. Approfittate di ristorante, piscina e attività di gruppo per conoscere nuove persone con le quali rimanere in contatto anche dopo le ferie.
Se proprio volete evitare qualcuno, fatelo con le zanzare e le formiche: un po’ di citronella e del borotalco intorno la tenda faranno al caso vostro.

di Eliana Avolio