Viaggiare con il cane

 

Oggi sempre più persone condividono la loro vita con un amico a 4 zampe e, quando arriva il periodo delle vacanze tanto desiderate, purtroppo ancora troppe sono le difficoltà che si incontrano per stare tutti insieme in relax in una struttura accogliente, dopo un viaggio quantomeno decoroso soprattutto per i nostri pets.
L’istituto di ricerca europeo Bilendi ha di recente condotto uno studio per verificare i comportamenti e le aspettative che i proprietari di animali domestici in Europa hanno quando pianificano le loro vacanze.

Cosa pensano i proprietari di animali domestici del loro amico a 4 zampe?

viaggiare-con-fido
Il cane ormai è un membro della famiglia

Il campione di riferimento sono stati 3.002 adulti residenti nel Regno Unito, in Francia, Germania, Italia, Spagna e Portogallo.
Partendo dal presupposto che il 42% del campione considera gli amici a 4 zampe parte integrante della famiglia, circa il 26% degli intervistati, ovvero 1 proprietario di cane o gatto su 4 in Europa, fortunatamente sceglie l’alloggio dove trascorrere le proprie vacanze in base alla disponibilità ad accogliere animali domestici delle strutture.

Il 17% dei proprietari europei dichiara di non essere felice di andare in vacanza senza i propri animali domestici, mentre gli intervistati tra i 18 e i 24 anni  si sentono particolarmente in colpa a lasciarli a casa.

viaggiare-con-fido
In viaggio con Fido

I portoghesi, seguiti dagli spagnoli, sono quelli maggiormente affezionati ai propri animali: infatti addirittura il 59% di loro li considera parte della famiglia e più della metà organizza la vacanza affinché sia il più possibile comoda per i pets.

Gli inglesi al contrario sono i meno affezionati: solo il 21% dichiara di concepire la vacanza solo in funzione degli amici a 4 zampe.

I problemi rilevati purtroppo sono ancora parecchi: il 48% del campione sostiene che trovare una sistemazione veramente a misura di animali sia ancora un grande ostacolo, cosi come lo sono la quarantena richiesta da molti paesi e i costi troppo alti dello spostamento stesso degli animali.

Le mete migliori per le vacanze con Fido

viaggiare-con-fido
Trip For Dog aiuta a trovare strutture ricettive idonee

Lo conoscete Trip Advisor? Bene, lo sapete che esiste anche Trip For Dog?
E’ un portale turistico italiano dedicato alla segnalazione e alla valutazione di luoghi pubblici e strutture ricettive attrezzate per ospitare gli amici a quattro zampe.

L’idea nasce durante un viaggio da Milano all’Andalusia del fondatore Marco Fabris con la sua cagnolina Mela.
Le difficoltà incontrate sono state le stesse di tutti: come fare il passaporto, dove poter mangiare e dormire insieme e anche dove portarla per correre e fare i bisognini.

Da qui l’idea di creare un sistema geolocalizzato dove poter condividere tutti le proprie esperienze di viaggio.

viaggiare-con-fido
Al mare con Fido

Il successo del progetto è stato esponenziale tanto che ora Trip For Dog è una grande community che mette a disposizione tantissime info utili.
Tutto è gratuito e basta registrarsi inserendo la zona o la struttura abilitata all’accoglienza dei nostri pets per avere un’idea precisa di dove si è scelto di andare in vacanza.

Se vi state chiedendo dove sarebbe meglio andare per stare tutti felici, beh, la situazione in Europa è veramente variegata: la Francia è in assoluto la più dog-friendly, cosi come l’Inghilterra e la Germania.

L’Italia non sta ancora dando il meglio di se. Solo Roma, Milano e Torino sembrano essere veramente degne di merito.

Spagna e Portogallo, almeno in questo ambito, si rivelano le mete peggiori: sappiate che non è possibile salire sull’autobus di linea, né sulla metropolitana e men che meno sui treni.

Oltre a Trip For Dog esiste una bella community nata dall’inventiva di tre ragazzi amanti degli animali: My Pet World, oggi anche App per smartphone, che offre consigli affidabili di veri appassionati  e tante informazioni utili testate e verificate dagli utenti stessi.

Le migliori spiagge italiane per cani

Se volete qualche idea veloce giusto per incominciare a pensarci su, vale la pena tra le altre ricordare il progetto In vacanza con Pluto organizzato dalla città di Senigallia.

Per capire se state andando in una struttura amica degli animali dovete cercare tra le informazioni una sorta di marchio di qualità per l’accoglienza dog friendly,Locale Sguinzagliato“.

A Roma potrete trovare Baubeach dove godersi insieme lettino, ombrellone e kit doccia.

viaggiare-con-fido
Spiagge con accesso ai cani

A Rimini la Dog Beach del Bagno 82, forse la struttura più grande e attrezzata dell’Emilia Romagna, dove si può trovare anche l’area gioco, le stuoie, ciotole e addirittura dog bed per un riposino sereno.

Se non amate dormire, non preoccupatevi, perché si possono frequentare corsi di educazione comportamentale e supporto Mobility Dog oppure leggere un buon libro nella biblioteca Baubook.

Non vi sembra carino?

In Liguria, ad Alassio la Baba Beach, una spiaggia libera di 22 metri dedicata ai cani e, quando il caldo inizia a essere insopportabile, ci si sposta sulla Terrazza Snoopy, con una parte ombreggiata da pini marittimi e angolino toilette.

Se poi per voi vacanza vuol dire montagna, in Friuli c’è la possibilità di diventare veri Dog Walker: tutte le info utili qui.

viaggiare-con-fido
Dog walker in Friuli

Non per quest’anno, ma magari per la prossima estate, ci sarebbe un motivo in più per farsi un viaggetto in America.

L’aeroporto John F. Kennedy di New York sta per diventare davvero pet friendly, anzi addirittura zoo friendly.

Un progetto da 78 milioni di dollari, per costruire il primo terminal dedicato esclusivamente agli animali. Quasi 200 mila metri quadrati in cui troveranno ospitalità tutti gli animali in transito da New York. Il terminal, progettato dall’architetto Cliff Bollmann, dovrebbe chiamarsi The Ark e diventare operativo entro il 2016.

viaggiare-con-fido
Volare con Fido

Cavalli, mucche, animali esotici o cani e gatti avranno a disposizione (cosi almeno sembrerebbe) un luogo dove rilassarsi e ricevere il top delle cure e dell’assistenza veterinaria.

Per quanto ci riguarda gabbie accoglienti, voliere e per i passeggeri che viaggiano in compagnia di cani e gatti, potrebbero essere progettate delle sale d’attesa confortevoli. Spazi allestiti con poltrone, aree svago e punti ristoro per animali e padroni.

Viaggiare con Fido, ma come?

Se la vostra meta l’avete già scelta e ora vi tocca organizzare in concreto lo spostamento del vostro beniamino, potete tenere presente i servizi che fornisce Bliss Pet Services, un’agenzia viaggi dedicata al trasporto dei nostri amici.

Supporta i padroni negli spostamenti fornendo assistenza e documenti necessari secondo la meta, ma si occupa anche di eventuali ricollocamenti intercontinentali di un animale, con annessa produzione e studio di documenti e normative doganali, operazione che necessita dell’intervento di esperti.

viaggiare-con-fido
Le spiagge italiane con libero accesso ai cani

Di tutto un po’: spedizione di animali domestici nel mondo, trasferimento di cani, gatti e conigli, fornitura di trasportini a norma IATA ed espletamento di pratiche documentali.

Alternative valide se proprio non si può portare il nostro amico in vacanza

Di possibilità ce ne sono veramente tante, sempre di più, ma se proprio non siete dell’idea o se siete per qualche motivo costretti a partire da soli ecco alcune informazioni utili da tenere sempre a mente.

Una soluzione  potrebbe essere il petsharing, da scoprire online: si tratta di uno scambio di favori tra proprietari di animali, disponibili a ospitare cani e gatti nella propria abitazione.

In Italia esistono due community, PetSharing e DogBubby.

La prima, mette a disposizione una piattaforma su cui inserire gli annunci, sia che si voglia trovare un alloggio estivo per il proprio cucciolo sia che si offra la casa come b&b per cani e gatti (ma anche uccelli e pesciolini). Si può specificare la propria esperienza con gli animali e descrivere il proprio amico, spiegando le sue abitudini alimentari, lo stato di salute, il carattere e come ama giocare, in modo da rendere la sua permanenza fuori casa più serena possibile.

E’ necessario anche allegare una fotografia di sé e della casa. Alla fine del servizio si può lasciare un commento della propria esperienza sul profilo di chi ha accolto l’animale.

viaggiare-con-fido
Dog sitter

Occorre fare una tessera associativa del costo di 30 euro l’anno per accedere a sconti presso negozi e partecipare a eventuali eventi.

Dog Bubby è invece pensato solo per proprietari di cani e dogsitter, professionisti e non.
Se si cerca un dog sitter si può facilmente trovarlo qua dopo aver specificato cosa ci serve e per quanto tempo.

Comodo, veloce, moderno e soprattutto con continui feedback sempre aggiornati per avere un buon margine di sicurezza sulla scelta che si sta per fare.

Non mi resta che augurarvi una piacevolissima vacanza, speriamo in compagnia del vostro amico più prezioso che ci sia!

di Cristina Saglietti