11 regole per ‘sopravvivere’ al cambio di stagione

Ammettiamolo, il cambio di stagione destabilizza un po’ tutti.
Esistono però delle regole di base da seguire per affrontare al meglio il cambiamento di stagione e sentirsi sempre in forma.
Ad illustrarle è Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente Eurodap, Associazione europea disturbi da attacchi di panico e la notizia è stata riportata da all’Adnkronos Salute. Eccole:

1) Coricarsi e svegliarsi sempre alla stessa ora;

2) Il pasto serale dovrebbe essere leggero. E niente alcol, specialmente dopo cena;

3) Tè, caffè, fumo e cioccolata contengono sostanze eccitanti, ma non curano il nostro senso di stanchezza. Attenti all’abuso;

sintomi-mononucleosi
Combattete la stanchezza

4) Evitate l’inattività è il modo migliore per stancarsi, fare attività sportiva è invece un modo per ricaricarsi;

5) Chiudersi nel falso riposo di seguire passivamente la tv non vi farà sentire meglio.
Dunque “uscite con gli amici, parlate con il vostro partner, giocate con i figli”;

6) La stanchezza si vince con l’azione con il vivere: non rimanere fermi e passivi con l’illusione di recuperare energie;

7) Individuate il vostro hobby e cercate di praticarlo possibilmente giornalmente;

8) Rispettate orari di lavoro ragionevoli, concedetevi nell’arco della giornata momenti per staccare sia fisicamente che mentalmente;

Romantic girl dreaming at sea coast
Esponetevi al sole

9) Il sesso è una delle attività più rigeneranti che contribuisce a farci sentire più vivi ed energici. “E’ però necessario non farlo divenire un’abitudine scontata.
Preparatevi la vostra serata intima. Lasciate possibilmente i figli dai nonni o parenti, concedetevi una cena sfiziosa a lume di candela, vestitevi come per uscire. Diventerà una serata speciale”
;

10) Esponetevi il più possibile alla luce diurna. La luce solare contribuisce alla produzione di melatonina che stimola energia e migliora il tono dell’umore;

11) Se dovete affrontare una riunione importante, ma la sensazione è che vorreste solo dormire, “concedetevi cinque minuti in una stanza chiusa, silenziosa, al buio. Sedetevi, cominciate a respirare lentamente e profondamente con il diaframma e focalizzate nella vostra mente una pallina luminosa che si sposta da destra verso sinistra facendo un grande arco.
Continuate a seguirla per qualche secondo, respirate, fermatevi e poi ricominciate ancora per qualche secondo pere 5 volte: i pensieri allarmanti rispetto all’ansia delle performance saranno così annullati e la stanchezza diminuirà come d’incanto”
.

In poche parole, dovete reagire, stimolare, sentire e cercare il piacere fisico ed emotivo.
Rimanere accasciati e passivi nell’illusione che quella stanchezza passi è il modo ottimale per farla aumentare fino a farla divenire astenia e leggera depressione.

di Eliana Avolio