Come capire un uomo dal suo robot preferito

Uomini, che universo misterioso. Passiamo una vita a cercare di decifrarli, interpretarne i segnali, cogliere il significato recondito delle loro parole, comprendere i loro silenzi. Non ci arrendiamo all’idea che la psicologia di un uomo sia più basica di una Billy Ikea, più trasparente del cellophane con cui incartiamo la cipolla, meno complessa della trama de I tre porcellini. La nostra atavica passione per la dietrologia ci porta a pensare che la mente maschile sia un territorio sconosciuto e affascinante in cui niente è come sembra, ma come trovare la giusta chiave di interpretazione? Aprendo i volumi di Jung e Freud?

No, ragazze. Se volete capire la mente di un uomo sin dal primo appuntamento, non cercate di scovare il suo complesso di Edipo, non tentate di far riaffiorare traumi infantili, non analizzate i suoi tratti somatici in base ai principi della fisiognomica. C’è una sola domanda che dovete fargli per capire tutto: qual era il tuo robot preferito da bambino?

A seconda della risposta, potrete tracciare il suo profilo psicologico e decidere se dopo quel primo appuntamento potrà essercene un secondo.

1. Se il suo robot preferito è Goldrake – Atlas Ufo Robot

Se il robot preferito del vostro nuovo lui è Goldrake, sappiate che vi trovate davanti un uomo con i piedi per terra, che per amore della sua donna sarebbe pronto a svelare un importante segreto che riguarda la sua identità. La sua alabarda ha dimensioni di tutto rispetto, se volete accenderlo sotto le lenzuola cantategli “Si trasforma in un razzo missile”.

2. Se il suo robot preferito è Daitarn 3

Attenzione: vi trovate davanti un imperterrito Don Giovanni. Se vi piace il genere, questo esemplare di maschio può regalarvi delle soddisfazioni. La sua caratteristica è che, per la vostra gioia, indugia nei preliminari prima di arrivare al climax, il suo famoso attacco solare. Poi si accende una sigaretta e cerca il prossimo numero in agenda.

3. Se il suo robot preferito è il Grande Mazinga

Avete davanti l’uomo che non deve chiedere mai, quello che non ha punti deboli. La sua arma letale è il doppio fulmine, vi incenerisce con uno sguardo. Passionale e vendicativo, è piuttosto geloso. Non mi stupirei se si chiamasse Calogero.

4. Se il suo robot preferito è Getter Robot

Ci andrete d’accordo se siete spregiudicate: è molto versatile e gli piacciono le cose a 3. Potrebbe proporvi orge, scambi di coppia e altre fantasiose variazioni sul tema. Se siete tipe da pizza e cinema, lasciate perdere.

5. Se il suo robot preferito è Jeeg Robot

Un altro esemplare di uomo che non ha punti deboli. Ha componenti infiniti e un’energia inesauribile, l’orgasmo multiplo non sarà più un miraggio. Dedito e volenteroso, un vero maschio da sposare.

Bonus: se il suo robot non è nella lista e volete saperne di più sui robot per esplorare i meandri della psicologia maschile, non perdete Le Notti dei Super Robot al cinema il 24 novembre con “Parte I: MAZINGA Z vs DEVILMAN vs GETTA ROBOT“ e il 2 dicembre con “Parte II: UFO ROBOT GOLDRAKE vs IL GRANDE MAZINGER vs GETTER ROBOT G vs UFO ROBOT GATTAIGER”.

Ed ora con l’aiuto del Sole vincerò. Attacco solare… Energia!” (Cit. Daitarn 3)

di Marzia Keller