Lapo Elkann: fatti e misfatti del rampollo Fiat

Chiamarlo solo rampollo di Casa Agnelli non basterebbe: che lo si ami o lo si odi, bisogna ammettere che Lapo Elkann è un eclettico. Creativo, latin lover, manager dai comportamenti bizzarri, eccentrico nei modi – e nel linguaggio -, icona di stile per le riviste di moda e nello stesso tempo personaggio irrequieto e fragile con il piede sempre sull’acceleratore.

Capace di rimanere nell’ombra mediatica per mesi interi e poi di irrompere sulla scena internazionale fingendo un sequestro per ottenere 10 mila euro dalla sua famiglia in modo rapido e indolore – secondo lui. Stratagemmi che nemmeno un bambino userebbe, ma lui sì. Come ha detto qualche mese fa a Grazia: «Non sono mai sazio di quello che mi offre la vita. Ho sempre fame, ho sempre sete. E questa bulimia esistenziale può sconcertare». Beato Lapo Elkann, sempre. Secondogenito di Margherita Agnelli e di Alain Elkann, fratello di John Elkann e di Ginevra Elkann, la sua è una vita spericolata che ripercorriamo assieme.

L’overdose nel 2005

Cominciamo dalla bravata più famosa, quella che gli è quasi costata la vita. Nel 2005 Lapo è fidanzato con Martina Stella e sebbene la bella bionda sarebbe l’unica che lui abbia mai amato, decide di fare una festicciola a base di sesso e cocaina assieme a Donato Broco, in arte Patrizia. Siamo in un quartiere torinese a luci rosse e Broco è un famoso trans della città. Durante il “party” qualcosa va storto, Lapo finisce in ospedale in gravi condizioni a causa di un cocktail micidiale di eroina, oppio e cocaina.

img-lapo-elkann-1_131739354473

Il tocco alla partita di Nba

Lapo è un uomo di mondo e questo lo sappiamo. Elegante e, soprattutto, capace di stare al suo posto senza dare minimamente nell’occhio. Come alla partita Nba di basket a Los Angeles nel 2010, quando seduto in prima fila intercetta un pallone in campo, lo tocca e impedisce a Josè Calderon, giocatore dei Raptors di Toronto, di recuperarlo. Siamo agli ultimi minuti della partita e i suoi amati Lakers hanno la meglio.

L’annuncio choc: hanno abusato di me

In un’intervista al Fatto Quotidiano, nel 2013, Lapo Elkann si mette a nudo e rivela di aver subito abusi sessuali quando era solo un ragazzino“Da quando ho compiuto 13 anni ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita. Cose capitate a me e ad altri ragazzi. Parlo di abusi fisici, sessuali. Mi è accaduto, li ho subiti. Altre persone che hanno subito cose simili non sono riuscite ad affrontarle. Il mio migliore amico, che era in collegio con me per quasi 10 anni e ha vissuto quello che ho vissuto io”, racconta il rampollo al giornale.

Foto Daniel Berehulak/Getty Images

Parcheggi creativi

Saltiamo al 2014, quando il mitico Lapo lascia per ben trenta minuti la sua Jeep Grand Cherokee sulle rotaie del tram a Milano. Un parcheggio creativo che blocca il traffico milanese in Corso San Gottardo, zona Navigli. Atm è costretta a pensare a una linea del tram sostitutiva per far scendere i passeggeri bloccati a bordo. Quando, dopo mezz’ora, Lapo torna a prendere il suo SUV, viene insultato dai passanti.

 foto Salmoirago -
Foto: Salmoirago

Il video ricatto, un altro scandalo

Nel 2014 Lapo è in forma: oltre ad abbandonare il suo SUV sulle rotaie del tram a Milano, è vittima di un ricatto. Un giovane cameriere viene arrestato a Milano per estorsione e tentata estorsione per aver ricattato il nostro beniamino con un video in cui il morigerato rampollo Agnelli viene ripreso seminudo a divertirsi con autoerotismo e droga. A Lapo vengono chiesti 120.000 euro per non diffondere in rete il video. Ma perché si mette sempre nei guai?

ANSA / ETTORE FERRARI

Il bacio a Uma Thurman

Di quest’anno è l’ultima bravata pre-finto sequestro a New York. A maggio, Lapo è a Cannes per l’Amfar Gala, serata di beneficenza per la lotta all’Aids. Uma Thurman gli si avvicina per complimentarsi dei 190 mila dollari raccolti e lui, in segno di gratitudine, la bacia appassionatamente. Peccato che Uma abbia dichiarato pubblicamente di non aver affatto gradito il gesto. Come non capirla?

leut

C’eravamo tanto amati

Lapo è famoso anche per il suo fascino. Molte bellissime donne sono state al suo fianco e a lui piace cambiare fidanzata ogni tre mesi. La dolce storia d’amore con Martina Stella è naufragata sotto il peso dello scandalo nel 2005, dopo di lei un’altra compagna “storica” è stata Bianca Brandolini d’Adda, nipote di Cristiana Agnelli, sorella dell’avvocato, con lei sta due anni. Poi arriva la miliardaria Goga Ashkenazi. Quest’anno Lapo fa coppia fissa – fissa? – con la modella tedesca di origine mediorientale Shermine Shahrivar, Miss Europa 2005.

 

 

di Fabiana Pellegrino