Si può rimanere incinta prendendo la pillola?

Si può rimanere incinta prendendo la pillola? Quando prendiamo la pillola anticoncezionale pensiamo di essere protette da eventuali gravidanze a rischio (ricordiamoci che, però, non siamo protette da eventuali malattie trasmissibili con il sesso, per quelle c’è solo il condom che ci salva!): invece sono diversi i casi di donne che sono rimaste incinte nonostante utilizzassero la contraccezione ormonale.

Secondo i dati resi noti dalle cliniche del British Pregnancy Advisory Service (BPAS), nel 2016 delle 60mila donne che hanno deciso di abortire molte lo hanno fatto perché sono rimaste incinta nonostante l’assunzione della pillola: si tratta di 1 donna su 4 tra quelle che scelgono la strada dell’aborto.

Il servizio che riunisce le 40 cliniche britanniche che praticano l’aborto e che danno alle donne informazioni utili sulla salute sessuale, ma anche assistenza in caso di decisione di abortire, spiega che il 51% delle 60.592 donne che si sono rivolte al BPAS per abortire stava usando una forma di contraccezione quando è rimasta incinta.

Il 24%, circa 15mila, vale a dire un quarto, stava usando il metodo contraccettivo considerato più efficace, vale a dire la contraccezione ormonale, come la pillola, l’anello vaginale o il cerotto.

Chi ha usato questi metodi ha avuto in media aborti in una fase successiva della gravidanza rispetto ad altri casi, perché, assumendo la pillola, queste donne pensavano di essere protette da eventuali gravidanze.

Il report spiega che nessun metodo è efficace al 100%, anche se le pillole contraccettive sono il metodo più utilizzato. La loro efficacia è del 91%: su 100 donne che la usano, 9 rimangono incinta. E il preservativo? L’efficacia è stimata intorno all’82%.

di Redazione