Twilight: tra sesso, matrimonio e simbologia!

Lo scorso 16 novembre è uscito nelle sale la prima parte dell’ultimo libro della saga di Twilight; come previsto il pubblico è già in delirio.

Stavolta il tema è più realistico, dal momento che Edward e Bella convolano a nozze e consumano. La censura americana ha però bloccato la scena di passione che era considerata troppo forte per il pubblico (tendenzialmente adolescente) che segue la saga.

La ragazza umana rimane incinta, e questo scatena un putiferio a più riprese: il feto infatti, cresce a velocità supersonica nutrendosi della madre, che sembra condannata a morire lentamente. Edward, sentendosene responsabile, cerca di convincerla ad abortire, come pure il suo amico del cuore, Jacob. Il tema della vita che Bella vuole creare anche sapendo di perdere la propria, è trattato con vigore da Bill Condon e diventa talmente schiacciante da far passare in secondo piano il fatto che il padre del bambino sia un vampiro.

C’è quindi un’evoluzione non solo della storia, ma anche dello spessore delle tematiche. Lo stesso concetto emerge dalla ricerca dei contenuti e della simbologia che l’autrice imprime nella grafica dei suoi romanzi. Quello che mi ha sempre incuriosito di Twilight sono proprio le copertine dei suoi libri.

Per te che non le conosci già, te le racconto.

Twilight (il primo libro) significa crepuscolo, ovvero quando i vampiri escono allo scoperto. Edward odia questa parte della giornata e non vuole condannare Bella ad una vita di crepuscolo eterno trasformandola in vampiro.

Nella copertina di Twilight è rappresentata una mela, la mela significa tentazione, in questo caso la mela rappresenta Bella che è la costante tentazione di Edward, mentre le braccia bianche e marmoree rappresentano lo stato fisico del vampiro.

New Moon (secondo libro) significa luna nuova.
Quando la luna non c’è Edward se ne va e per Bella significa infelicità.
Il significato della copertina che rappresenta un fiore sta ad indicare la delicatezza del loro rapporto reso difficile e vulnerabile dalla natura di lui. Il tulipano rappresenta la sofferenza per amore e il petalo caduto è il lasso di tempo in cui Ed se ne va e i due innamorati sono inesorabilmente separati.

Eclipse (terzo libro) significa eclissi. Jacob che per Bella è il sole, la vita, viene eclissato dalla presenza di Edward, che è amore, ma anche oscurità.
La copertina rappresenta un nastro rosso che sta per spezzarsi, ma che è tenuto attaccato da una piccolissima parte. Il nastro rappresenta la vita di Bella che, se si convertirà in vampiro, potrebbe spezzarsi, ma il pezzettino che rimane attaccato rappresenta il legame con le uniche due persone che la tengono vicina alla vita: Jacob e Charlie, il padre.

Breaking Dawn (quarto e ultimo libro della saga), in questi giorni al cinema, si può tradurre in italiano con Rompendo l’alba, è ancora più emblematico dei precedenti.
La copertina raffigura due pezzi della scacchiera: una in fondo, rossa e in penombra e l’altra in primo piano, bianca e gigantesca. Sono un Pedone e la Regina e rappresentano la vita in progressione di Bella all’interno di tutta la saga.
Gli scacchi ci insegnano che il pedone è una figura insignificante, che può muoversi in avanti di una casella sola in linea retta e se arriva in fondo può essere trasformato in uno degli altri pezzi, mentre la Regina è il pezzo più potente di tutti, con massimo margine d’azione.
Tutto questo rapportato a Bella non ti dice nulla?
E in Breaking Dawn la sua vita arriva all’apoteosi: diventa vampira, ma non una qualsiasi, una regina.

Adesso direi che hai abbastanza materiale per saperne di più, per il resto vai al cinema e scopri come va a finire.

di Carlotta Di Falco