I 10 film nerd che tuo figlio deve assolutamente vedere

(sottofondo musicale:”Fluorescent Adolescent” Arctic Monkeys)

Salve. Buongiorno direi. Oddio, proprio buongiorno non lo so, visto che in questa settimana siamo ufficialmente entrati nella grande stagione di mezzo che si chiama autunno. E a me le stagioni né carne né pesce non è che mi fanno impazzire, oltretutto qui a Roma la cappa metereologica subsahariana la sta facendo da padrona, per cui ancora non sappiamo cosa fare la mattina; motivo per il quale tempo due settimane mia figlia di sicuro avrà il raffreddore da “mamma ogni mattina sbaglia e mi veste o troppo leggera o troppo pesante”.

Eccetto i mega tramonti che la mia città offre, io l’autunno non lo concepisco a livello empirico; datemi il freddo, quello vero, quello da piumone e domeniche piovose a casa con amici, tè e cazzeggio. Figli che giocano in camera e femmine che parlano come portiere incallite in pensione e si mettono smalti improponibili. Ecco, questo voglio.

Quindi, mentre aspettiamo con ansia e preoccupazione il gelo cosmico, ho pensato di preparare le vostre menti e le vostre chiavi usb con i migliori film che proprio in tale e sfigata stagione (ovvero l’autunno) dovrete preparare per i vostri marmocchi, per farglieli vedere durante i turbinii di gelo che accompagneranno i mesi successivi (ovvero l’inverno).

Dieci pellicole a cui io sono molto ma molto legata. Hanno fatto crescere in me quell’orgoglio misto a fanatismo che solo chi è nato tra il 1980 e il 1992 può capire.

Prevalentemente sono i film della mia famiglia, delle serate sul divano insieme a nostro padre, di quella cosa che ti fa legare ai tuoi fratelli oltre al DNA.

1) I GOONIES

Nel 1985 Richard Donner gira forse uno dei film d’avventura più importanti della nostra generazione. Un gruppo di ragazzini, per salvare il loro quartiere da una fine miserabile, decidono di seguire le tracce del tesoro di Willy l’Orbo, incontrando nel loro percorso la “temibile” Banda Fratelli. Tra scene cult e un finale alla Steven Spielberg, come non ricordare la scena in cui Francis Fratelli costringe Chunk a dire “tutto tutto, ma proprio tutto”. Meraviglia pura.

2) E.T.

È forse il film che ho più visto in assoluto causa visione compulsiva dei miei fratelli. Sinceramente a tratti l’ho anche odiato, ma rimane sempre un gran film, lo stesso Spielberg disse che questa pellicola a tratti rappresenta gran parte del suo lavoro; un film dove il rispetto per il prossimo e l’amicizia sono in primo piano e dove una giovanissima Drew Barrymore ancora era una bimba candida e non tossica.

3) RITORNO AL FUTURO

Prima delle tre triologie da far imparare a memoria ai nostri figli. Girato nel 1985, è forse uno dei film (il primo in particolare) che riesce a riunire gran parte delle anime nerd nate in quegli anni; ricco di chicche e di citazioni, vede come protagonista forse il Michael J. Fox più divertente di sempre. Considerando che il co-protagonista fu Christopher Lloyd (lo scienziato Doc) e che avevano una meravigliosa DeLorean DMC-12 come auto per andare avanti e indietro nel tempo, direi che è il film giusto per iniziare perfette maratone cinematografiche con i nani.

4) GHOSTBUSTERS

Lo ammetto ora. Quando vidi per la prima volta questo film, mi innamorai perdutamente di Bill Murray; avrò avuto credo neanche sei anni, ma non riuscivo a togliere gli occhi dallo schermo. Era scaltro, pigro, di una bellezza diversa. Credo che sia per colpa sua se poi qualche anno più tardi ho cominciato a scegliere i miei primi amori in maniera del tutto sbagliata. Vi consiglio solo una cosa per la visione del primo film: occhio all’inizio, la bibliotecaria fantasma spaventa, ma tipo tantissimo. Quindi i primi cinque minuti appiccicatevi ai bimbi e preparateli alla scena. Poi se avete nane femmine specificate che il Dott. Peter è mio.

5) JURASSIC PARK

Altra pellicola che non farà dormire la notte i nostri figli, ma che è obbligatorio vedere entro la prossima estate. È, credo, il film più adrenalinico che un bambino sotto i dieci anni potrà vedere mai nella sua vita. Occhio però, a mio avviso in questo caso vale solo la visione del primo film, per me gli altri non hanno né peso né senso, ma soprattutto non creano sufficienti sbalzi di stupore e tensione ai nostri figli. La katarsi deve essere effettuata come Spielberg comanda. Che cacchio.

6) HOOK, CAPITANO UNCINO
Dopo tanta tensione abbiamo bisogno di sognare un po’, e con questo film si fa alla grande e si piange anche da morire, in particolare forse ancora di più visto che il nostro Peter non c’è più. È la magnifica storia di un bambino cresciuto, forse troppo, che ora è uomo e non si ricorda più qual è il suo pensiero felice, che ha paura di volare e che crede solo nel proprio lavoro. Serviranno bimbi sperduti, tecniche di esultazione, polvere magica e cibi trasparenti per trasformare un cinico Peter Bunny nel nostro intramontabile Peter Pan. Prima di questo film vi suggerisco di fare i biscotti, avrete una domenica indimenticabile.

7) e 8) MAMMA HO PERSO L’AEREO +
UNA POLTRONA PER DUE

Non ci può essere Natale, senza questi due film. Fate quello che vi pare, mangiate pesce come se non ci fosse un domani, scartate regali, chiamate nonni, zii, puffi e parenti lontani, potete addirittura andare anche a messa, ma e dico ma, prima di tutto è d’obbligo vedere questi due capolavori cinematografici. Scene madri: Eddie Murphy che si “riscopre” le gambe per il primo, e il piccolo Kevin, interpretato da un ormai toxic man Macaulay Culkin, che prova per la prima volta il dopobarba. Adoro.

Ora arrivano le due saghe del mio cuore. Con forse l’attore che io per anni avrei voluto avere come componente della mia famiglia, tipo desiderio per il genio della lampada, perché nessun altro uomo mi ha fatto sognare più di lui nella mia vita; mamme e papà vi presento i capolavori intrepretati da quel capolavoro che è Harrison Ford.

8) INDIANA JONES
Non so se si sta capendo il valore di questa saga… George Lucas li produce e Steven Spielberg li gira. Credo si possa parlare di perfezione totale, di avventura, di ritmi, di emozioni create per tutte le età. Sono film da vedere con maschietti e femminucce, con nonni e neonati. Non hanno vincoli e al contrario riescono a trasformare la nomea dell’archeologo tipo, ovvero topo da bibliotaga goffo e unicamente studioso, in un ero pieno d’energia e fascino (e che fascino.) Sono semplicemente riempi-cuore, ti immergono in un mondo fantastico dal quale ci vorrà parecchio tempo per uscire, tipo 31 anni….

9) STAR WARS
Per me è bibbia, infanzia, sogni, vita.
Non si scherza su questa opera, almeno io non lo faccio e mai lo farò. Non chiedetemi perché, il motivo non esiste, è come chiedermi “perché ami tua madre?”, una risposta non avrebbe senso… rima caratteristica: in origne Lucas aveva concepito tre triologie e per prima fu girata quella di mezzo, chiamata “la classica” ovvero “Guerre Stellari” “Guerre Stellari – L’impero Colpisce Ancora” “Guerre Stellari – Il ritorno dello Jedi”; successivamente venne girata e distributa dal ’99 al 2005 la triologia iniziale ovvero gli episodi I, II, III; nel 2015 è uscito il primo film dell’ultima trilogia, ambientato a distanza di 30 anni dal primo, ovvero dall’episodio IV. Si pensa che l’VIII e il IX usciranno tra il 2017 e il 2019. È una saga piena di personaggi, oggetti, ruoli, frasi, che forse tutti voi usate quasi quotidianamente e neanche sapete che derivano da qui. Sono pellicole sacre, inviolabili e assolutamente fondamentali. Non potete non farle vedere ai vostri figli. Se volete io comincerò con la mia dalla prima domenica di ottobre. E la trama manco ve la spiego. Non credo ci possa essere qualcuno la cui visione del paradiso sia stata negata…

Che la forza sia con voi. Magari il lato oscuro usatelo solo nel traffico.

di Elisa Giani