Mamme e ritorno dalle vacanze: 5 tipologie di approccio al rientro

Settembre, tempo di tornare.
Come si preparano le mamme al ritorno dalle vacanze?

la mamma burlona
la mamma burlona

1. La mamma Formica

-È quella che a giugno ha già iscritto il bimbo a nuoto per avere gli orari più comodi

(io l’anno scorso mi sono beccata il sabato alle dieci per colpa di questa tipologia di mamma e mia figlia ha rischiato più di una volta di entrare in piscina con un tutù invece che con un costume da bagno, causa i miei bagordi del venerdì sera)
-È quella che inizia a far pulire la casa già una settimana prima (scarpiera e frigo compresi) in modo da trovarla perfetta al ritorno e che ha comprato la giacca autunnale ai saldi dell’anno prima
(questa per me è fantascienza pura).

2. La mamma freak

È quella che non ha deciso nulla, neanche la scuola, si lascia guidare dalle good vibrations e dalla meditazione.
Tutto dipenderà dal rientro del suo maestro di Yoga da qualche Hashram indiano.
Sa già, però, che suo figlio farà un corso di olistica in culla (anche perché, nella maggior parte dei casi, lo insegna).

malamamme in vacanza
malamamme in vacanza

3. La mamma borghese

Quella che non solo ha deciso tutto del ritorno di suo figlio a scuola, ma ha anche programmato tutti gli sport da fare in base a dove vanno i figli della gente che conta.
Tutto in vista del suo futuro matrimonio (combinato).

4. La mamma cicala

Come la mamma freak, neanche lei ha deciso nulla di nulla perché tanto poi ci pensa sul momento, ma a differenza della mamma sopracitata, lei tenta di godersi fino all’ultimo momento le vacanze, gli aperitivi, i vernissage, per i figli c’è tempo, o al massimo c’è la tata.

(molto spesso perché è talmente ricca che tanto al corso di cavallo c’è posto anche a novembre).

5. La Malamamma

Ovvero noi, che abbiamo deciso più o meno tutto sulla carta, che sappiamo cosa fare ma che dobbiamo incastrare la nostra vita con quella di nostro figlio. Perché ricordiamoci, anche quest’anno, che non solo siamo mamme ma anche donne e tra il lavoro, il marito (per chi ce l’ha) ed i follower (ebbene si abbiamo scoperto che qualcuno ci segue), non dobbiamo dimenticarci di noi e di quello che ci piace, cercando di conciliare le due cose in nome di un modo di essere frizzante e mai omologato.

malamamme al ritorno in città
malamamme al ritorno in città

Come fare? Seguendoci, naturalmente!

Anche quest’anno saremo con voi con i nostri consigli che come al solito vi potranno sembrare sopra le righe ma nascondono in fondo un po’ di saggezza. Perché Mamme si diventa ma Malamamme si nasce!

di Eva Milella