DIY Maschere per bambini last minute e a costo zero

(Sottofondo musicale:The Clash – Should I Stay Or Should I Go)

Che poi, parliamone. Il carnevale non è simpatico.
Sapete secondo me perché Halloween è entrato così tanto nella nostra cultura? Perché è un giorno FISSO. Sarà sempre quello.
Non c’è possibilità di sbagliare, così tu mamma ti puoi organizzare e vivere serenamente tua figlia che ha lo smalto ad acqua nero sulle mani. Perchè tutto è stato pensato ad agosto. Perchè il 31 ottobre non sguiscia via.
E invece, io non capisco perché noi, popolo del Rinascimento, di Enrico Fermi, di Cristoforo Colombo e dei Subsonica dobbiamo avere la nostra festa in maschera sempre e costantemente sballata.

Ogni anno ci si riposa una frazione di secondo per riprendersi dal delirio natalizio ed improvvisamente qualcuno ti dice “Oh, domani è martedì grasso, che fate tu e Mina?“.
E dentro di te svieni perché come ogni anno ti sei dimenticata di chiederle che maschera vuole, e quando lo sai vai nei negozi e tutto è esaurito, vai su internet e i tempi di consegna sono improponibili (meglio andare a casa del signor Amazon e prenderselo a piedi il vestito della fate/principessa/del ghiaccio/regina però anche della foresta amazzonica/padrona del regno delle meraviglie dei my little pony).

Le uniche soluzioni sono:
1) Prenderla con filosofia altrimenti questa volta l’ulcera comincerà a portarti il caffè corretto a letto
2) Trovare il modo di fare la stessa cosa con/per tua figlia.

Questa volta la soluzione è stata trovata in tempo per coprire qualsiasi festa-manifestazione-carro carnevalesco possa essere inventato.
Ovvero mascherarsi con i vestiti mai messi e mai ricordati.
Io e Minuzza abbiamo creato quattro soluzioni, ci abbiamo messo un pomeriggio, ci siamo divertite, abbiamo risparmiato un sacco de soldi e abbiamo imparato un sacco di cose sui personaggi che abbiamo scelto!

PRIMA MASCHERA DIY: PRINCIPESSA LEILA

OCCORRENTE:
– Maglietta bianca possibilmente lunga
– Fucile giocattolo del fratello
– Cinta alta anni ottanta (sicuramente in cantina)
– Lacca per capelli
OCCASIONE PERFETTA: festa in maschera a scuola, due minuti per vestirla, conquista assicurata di tutti gli amichetti maschi. Occhio ai codini, devono essere laterali e ben fermi.

SECONDA MASCHERA DIY: MADONNA

OCCORRENTE:
– Tutto quello che di osceno ti sei comprata al mare l’estate prima, tipo canotte di pizzo e magliette dai colori fluo imbarazzanti
– Tutù da ballerina
– Scarpe col tacco che “ma perchè me le sono comprate?”
– Collane discutibili
– Guanti da addio al nubilato
– Fascia ammazza-erotismo rubata alla spa 13 anni fa.
OCCASIONE PERFETTA: festa a casa; i tacchi li conquisterà e non li toglierà neanche per un secondo, quindi sarà lenta e goffissima, meglio spostamenti di pochi metri quadrati.

TERZA MASCHERA DIY: FRIDA

OCCORRENTE:
– Fiore hawaiano della festa in spiaggia di cui non ricordi nulla.
– Qualsiasi cosa con stampa a fiori
– Centrino che rubi a nonna dal divano
– Nesquik
– Collanone di legno del vostro periodo universitario fricchettone chic.
OCCASIONE PERFETTA: carnevale in piazza; lei sarà ben coperta, ma anche molto riconoscibile e tu ti gonfi di fierezza con genitori sconosciuti perchè tua figlia ha scelto di mascherarsi da un’artista e non la solita fatina dalle ali verde pisello.

QUARTA MASCHERA DIY: SLASH

OCCORRENTE:
– Parrucca + cilindro obbligatoriamente cinese
– Quei leggings lì di pelle che ti sei comprata ma che poi sembri una salsiccia sadomaso e quindi ciao.
– Maglietta qualsiasi di un qualsiasi concerto visto tra i 16 e i 23 anni: un teschio è assicurato.
– Gilet + chincaglieria nera
– Occhiali tondi che puoi rubare a qualsiasi Hipster sotto casa.
OCCASIONE PERFETTA: Rimorchio. Sei single e vuoi fare ancora ancora più colpo? Questa è la maschera giusta. Non sei single ma hai bisogno che la baby sitter ti faccia un minimo di sconto? Mandate questa maschera a chi vorrete con sotto la scritta “buon carnevale!”, tutti cadranno ai vostri piedi.
Slash è Slash. Per sempre.

di Elisa Giani