Sei testimone di nozze? 8 consigli per scrivere il discorso perfetto

La settimana scorsa si è sposata mia sorella e ha scelto me come testimone.

Fin qui tutto bene.

Si è sposata con un ragazzo inglese.

E anche fin qui tutto bene.

La nota dolente è stata che in quanto testimone di nozze di un matrimonio british avrei dovuto tenere un discorso di presentazione della sposa durante la cena, davanti-a-tutti-con-il-microfono-quello-che-fischia.

Sono stata informata di questa cosa ad agosto e, da brava italiana, a neanche ventiquattro ore dal sì non avevo un discorso pronto.

Messaggi inquietanti giungevano dall’oltremanica, “il discorso dello sposo dura venti minuti”, “il testimone dello sposo è un politico”.

E io nulla… neanche una riga.

Allora ho deciso di intraprendere varie strade.

La prima è stata quella di scrivere un discorso sulla storia della vita di mia sorella con tanto di svelamento del suo soprannome o di aneddoti che farebbero vergognare pure Lucifero.
Tuttavia, ho pensato che come inizio di vita in una nuova famiglia non era il caso di sbugiardarla in quel modo…

(Comunque il suo soprannome è GIRINO)

Allora ho provato un’altra strada: ho cercato un avvenimento storico accaduto il giorno della sua nascita e ho cercato un nesso… ma nulla.
Ho cercato dei siti specializzati, una sorta di bravotestimone.com o damigellaperfetta.it ma, a parte cose abberranti tipo ”fate qualche battuta per far capire agli sposi che sono ancora in tempo per cambiare idea” oppure, evitate di fare riferimenti all’addio al nubilato (silenzio-pausa) non ho trovato consigli edificanti.

Una sequela di frasi chiave da riproporre veramente di bassa lega tipo:
Oggi sono qui a testimoniare l’insano gesto di un mio grande amico che ha scelto di unirsi per sempre alla persona che ama“.

Vi siete incontrati… vi siete presi per mano… ora camminate insieme… oggi e sempre!
Vivere insieme sarà una piacevole scoperta; segni, abitudini, piaceri… tutto sempre con tanto umorismo e fantasia

Che ansia…

Avevo deciso di abbandonare tutto, di indire una Waterloo dello speach finché non ho deciso di assecondare la mia vena cinico-sarcastica e, nonostante tutto, sono riuscita a fare un bel quadretto interessante.

Gli inglesi hanno applaudito, alcuni si sono commossi.

Poi è stato il loro turno e devo ammettere che sono stati imbattibili..

Sarcasmo e sentimenti mischiati perfettamente.

Alla luce della mia fatica voglio condividere con voi quanto ho capito:

1 – Se lo/a sposo/a ti ha scelto come suo testimone è perché ti stima quindi sii te stesso e non cercare di fare un discorso troppo formale che non rispecchia la tua personalità.

2 – Sii breve. Non è il caso di dire semplicemente “Congratulazioni” né di essere troppo sintetici, ma sarebbe bene non divagare troppo.
Non sei tu il protagonista della giornata.
Il discorso dovrebbe durare tra i 2 e i 4 minuti, il tempo necessario per dire ciò che senti e nulla di più. La maggior parte delle persone inizierebbe a perdere la pazienza dopo 5 minuti.

3 – Scrivi il discorso in anticipo ed esercitati nell’esposizione. Scrivilo qualche settimana prima, in modo da avere abbastanza tempo per esercitarti e perfezionarlo, il che ti permetterà di acquistare anche abbastanza sicurezza per pronunciarlo senza timore davanti a tutti.

4 – Presentati e spiega come hai conosciuto gli sposi. È probabile che non tutti ti conoscano, perciò sarebbe utile accennare brevemente al rapporto che ti lega agli sposi e da quanto tempo li conosci.

5 – Ringrazia i genitori e gli ospiti. Tradizionalmente, si dovrebbe ringraziare chi ha pagato per il rinfresco, ovvero i genitori della sposa, ma sii più sottile e rivolgi i ringraziamenti a chi ha reso possibile il lieto evento. Sarebbe carino ringraziare anche gli ospiti per aver partecipato.

6 – Racconta una storia. Possibilmente, dovrebbe riguardare la sposa e lo sposo. In questo modo, darai un tocco personale al tuo discorso, ma evita qualsiasi dettaglio spiacevole.

7 – Dilungati sulle qualità dello sposo. Ad esempio, puoi menzionare la sua fedeltà, il suo animo gentile, il suo amore per la sposa e ricorda a tutti che sarà uno sposo meraviglioso. In un certo senso, potresti immaginare di essere un rappresentante che cerca di vendere lo sposo alla famiglia della sposa, che probabilmente non lo conoscono bene quanto te (oppure fai l’esatto contrario fingendo di non capire perché qualcuno voglia sposarlo).

8 – Fai un brindisi! Falli bere e saranno sempre felici!

Lunga vita agli sposi!!(E auguri a mia sorella).

di Eva Milella