6 cose da sapere prima di iniziare l’allattamento

L’allattamento al seno è un’emozione unica per le mamme, un viaggio interessante e unico. Molte volte non c’è la giusta preparazione all’evento, si hanno molti dubbi, molte domande… “Avrò abbastanza latte?”, “Come si affronta la mastite?”, “Fa male quando il bambino ciuccia?”. Ma sapete qual è la cosa più divertente? Che queste cose sono accadute veramente a tutte noi! Ma nonostante tutto, allattiamo i nostri figli, anche per periodi prolungati!

Ecco alcuni dei tanti pensieri di noi mamme sull’allattamento:

  • Non disperare se i tuoi seni sono vuoti: tutte andiamo nel panico pensando che i nostri seni sono vuoti o che non abbiamo abbastanza latte. Ma se i nostri bambini sporcano almeno 6 pannolini al giorno e stanno guadagnando peso, stiamo facendo un ottimo lavoro! I nostri seni si regolano in base alla suzione del bambino e producono il latte di cui il nostro bambino ha bisogno;
  • Se non puoi allattare non sei una cattiva madre: se per qualsiasi motivo non riusciamo ad allattare non siamo delle cattive madri, ci sentiamo in colpa per non essere in grado di continuare l’allattamento al seno del nostro bambino, ma non è assolutamente così, state facendo tantissimo per il vostro bebè!
  • Non demoralizzatevi se il vostro bimbo ha difficoltà a succhiare: la maggior parte delle donne ha pianto, si è sentita frustrata perché il bambino piange, piange e non vuole prendere il seno, ma tranquille! Imparerete in fretta le nozioni di base per migliorare l’allattamento!! L’inizio è sicuramente difficile, siamo nel pieno recupero post-partum, nel bel mezzo della ripresa da un taglio cesareo,  il nostro corpo sta lottando con gli sbalzi ormonali, ma la cosa più importante è credere in sé stesse, alzare la propria autostima.

  • L’allattamento al seno può essere doloroso: L’allattamento al seno può essere doloroso, infatti se il bambino non si attacca bene potrebbero venire le ragadi che  si presentano sia come tagli, che come abrasioni. Queste piccoli lesioni procurano un dolore piuttosto intenso nel momento in cui il neonato si attacca al seno e possono perfino sanguinare. Quindi è molto importante fare in modo che il bambino si attacchi bene al seno fin dalle prime ore, per evitare questi spiacevoli inconvenienti. Come fare a resistere? Molte donne si mettono un fazzoletto in bocca per stringere i denti,  altre contano fino al momento in cui cessa il dolore… Passati i primi mesi il dolore al capezzolo resterà solo un ricordo.
  • L’allattamento può creare stress: un neonato deve mangiare ogni 2/3 ore  e per una mamma  può essere davvero molto stancante, soprattutto la notte. Lo stress potrebbe manifestarsi soprattutto se in casa, oltre al neonato, c’è anche un’altro bambino che ha bisogno di tutte le attenzioni del caso. Nonostante i “trattati” e i tanti consigli che si ricevono da più fronti, quello migliore è fare come meglio si preferisce per evitare stress in questo meraviglioso periodo della vita. Ovviamente si può anche optare per il comodo biberon!!
  • L’allattamento potrebbe interrompersi: può capitare che ad un certo punto non ci sia più latte e non si ha la possibilità di allattare al seno il proprio bambino, non è una tragedia. Il bambino cresce anche e benissimo con il latte artificiale.

L’allattamento è un momento bellissimo, di intimità con il vostro bambino che richiede, specie nei primi giorni, un atteggiamento di calma e tranquillità, vivetevi il momento, a tu per tu con il vostro piccolo! Condividete mammine!

di Lisa