Ascoltare musica in gravidanza fa bene! Chi lo dice? Il tuo bambino!

Il pancione cresce. Lo senti muovere, lo coccoli, gli dai tante carezze… ma sai una cosa? Il tuo bambino, alla ventesima settimana di gravidanza, può ballare a ritmo di musica! Infatti, proprio in questo periodo, il bebè riesce a percepire non solo le voci, ma anche i suoni che provengono dall’ambiente esterno. Come accorgersene? Registrate la vostra canzone preferita, quella che corona i momenti della vostra gravidanza, oppure la vostra voce, appoggiate le cuffiette sul pancione e… il vostro piccolino inizierà a fare le capriole, infatti la frequenza cardiaca aumenta!

Con il passare delle settimane, i movimenti a ritmo saranno più facilmente percepibili. Lo spostamento si può manifestare con diversi comportamenti:

  • come reazione al battito cardiaco della madre;
  • con il passaggio del sangue attraverso il cordone ombelicale;
  • con rumori intestinali

Ma attenzione! Il bambino, adesso, può essere anche spaventato da rumori forti, come le porte che sbattono o la musica ad alto volume. Quando il bambino percepisce rumori assordanti, ovviamente reagisce: si gira, apre e chiude gli occhi, stende e allunga le braccia e le gambe. Alcuni studi scientifici confermano la nostra teoria, affermando che il bambino è in grado di ricordare le canzoni cantate dalla madre e le riconosce una volta venuto al mondo.

Ascoltare musica in gravidanza quindi, ha molti benefici per il tuo bambino e non solo, anche per te! Infatti la musica, stimola la frequenza cardiaca del bebè e la produzione di endorfine, l’ormone della felicità, nella futura mamma. Attraverso l’orecchio, la melodia può agire sul vostro bambino, lanciando vibrazioni che attivano milioni di cellule, promuovendo lo sviluppo cerebrale.

Qual è la musica da ascoltare?

Prima della nascita, i neonati sembrano apprezzare la musica soft, come le melodie di Vivaldi e Mozart, respingendo assolutamente la musica ad alto volume come quella heavy rock! Inoltre, proprio la musica, sembra rafforzare il legame madre-bambino, promuovendo il loro benessere, la concentrazione, la memoria e il linguaggio. Prendevi un po’ di tempo per voi stesse e per il vostro bambino. Chiudetevi in una stanza, da sole, stabilite il contatto, e soprattutto diventate consapevole delle sensazioni piacevoli, non solo fisiche, ma anche mentali, che la musica offre.

di Lisa