Aspetti un maschietto? La gravidanza e il parto saranno più difficili. Ecco perché

L’amore per un figlio, ovviamente, prescinde dal sesso che avrà, maschietto o femminuccia poco importa, l’importante è che stia bene. Invece il carattere sarà importante e noterete delle differenze fin da subito. Le divergenze di genere sono molte e particolari, ve ne accorgerete già durante i nove mesi, infatti potrebbero determinare l’andamento e la conclusione della gravidanza.

Quindi, la questione, non riguarda la forma ma la sostanza. Secondo un nuovo studio australiano, infatti, il maschietto renderebbe la “dolce attesa” e il parto, un po’ più complicati!

La ricerca sopra citata, ha preso in esame più di 514 mila nascite, in un periodo che va dal 1981 al 2011. Lo studio ha rivelato che, il sesso del nascituro, ha ripercussioni sulla gestazione e sul parto e può renderli anche più difficili!! Secondo l’equipe di studio, la nascita di un maschietto è associata a maggiori probabilità di parto pre-termine e a disturbi in gravidanza come pressione alta e diabete gestazionale.

In particolare, dati alla mano, il rischio di nascita prematura è più elevato del 27% tra le 20 e 24 settimane di gestazione, del 24% tra le 30 e le 33 settimane e del 17% tra le 34 3 le 36. Le future mamme hanno una possibilità del 4% in più, di soffrire di diabete gestazionale, e il 7% in più di soffrire di gestosi. In caso di femminucce, al contrario, aumenta del 22% il rischio di insorgenza precoce della gestosi stessa.

Quante di voi aspettano un maschietto? Credete davvero che sarà più difficile? Per la mia personale esperienza no! Fortunatamente ho avuto una gravidanza facile e lo stesso è stato per il parto. Il bambino è nato a termine e io non avevo nessuna patologia gestazionale! Invece la vostra esperienza di “mamma celeste” com’è stata? Raccontatecela!

di Lisa