Bambino di 10 anni lascia un biglietto ad un poliziotto, in un bar

I poliziotti, come tutti sappiamo, fanno un lavoro onorevole per tutti i cittadini e sono spesso ammirati da tutti i bambini. Loro ne sono molto felici perché se un bambino sogna di diventare un poliziotto, sicuramente starà lontano dalle droghe e dall’alcool. Questo è successo al piccolo Noah, un bambino di soli otto anni che andava sempre allo stesso bar con la madre, per fare colazione. Una mattina, però vide una persona che non aveva mai visto lì.

Era seduto lì ,ad un tavolo, era un poliziotto che non aveva mai visto prima. Il suo nome era Eddie Benitez, in servizio da circa quindici anni nel Lakeland. Noah, lo ammirava, forse per la divisa o per il lavoro che svolgeva. Da quel giorno per circa due anni, sia Eddie che il ragazzino si continuano a vedere in quel bar, tutte le mattine, senza mai dirsi nulla.

Una mattina, però, Noah decise di fare qualcosa per farsi notare, andarono come al solito in quel bar. Questo bambino si soli dieci anni, chiese a sua madre di poter pagare la colazione a quel poliziotto. La donna, che già sapeva da tempo che il figlio guardava quell’uomo con ammirazione, accettò. Nel momento in cui se ne stavano andando, la donna dopo aver pagato, salutò la cameriera e uscì fuori, mentre il ragazzino prese lo scontrino e scrisse qualcosa sul retro.

Il poliziotto alzò la testa e vide Noah avvicinarsi a lui, domandandosi il perché. Quando gli diede lo scontrino notò che sopra c’era scritto: “voglio essere come voi da grande, grazie per quello che fate per noi, Noah.” L’agente orgoglioso raccontò l’episodio ai suoi colleghi, che orgogliosi decisero di pubblicare su Facebook la foto di quello scontrino.

“Per me significa tutto. Significa alzarmi ogni mattina, mettere la mia uniforme e andare là fuori a fare quello che faccio, orgoglioso di me stesso. Significa che ogni giorno, dovrò continuare ad essere un buon esempio per tutti i ragazzi come Noah”, ha concluso l’agente.

di Lisa