Che cos’è la crosta lattea? Come bisogna trattarla? Mi devo preoccupare?

La crosta lattea, nel bambino, è conosciuta anche come dermatite seborroica. Questa va ad influenzare soprattutto il cuoio capelluto del neonato. Alcuni esperti ritengono che la particolare condizione è causata dalle ghiandole sebacee, che nelle prime settimane di vita del bebè producono troppo grasso. Alcune mamme sono intimorite da questa sintomatologia, ma tranquille! La crosta lattea non è affatto contagiosa, non si trasmette da una persona all’altra, non ha a che fare con la scarsa igiene e non è affatto pericolosa. In alcuni bambini la dermatite può durare un paio di settimane o mesi, mentre in altri anche  2 o 3 anni.

“Come faccio a sapere che si tratta veramente di crosta lattea?”

Si riconosce facilmente perché il cuoio capelluto ha poca pelle, squamosa e spessa, gialla o marrone. Le croste possono presentarsi anche sulle orecchie, intorno al naso e sulle palpebre. Alcuni bambini vengono infastiditi dal prurito e grattando continuamente la zona interessata, possono provocarsi sanguinamento e/o arrossamento.

Come si rimuove la crosta lattea?

La dermatite seborroica può scomparire facilmente se si cura e si strofina delicatamente la zona interessata con sapone o shampoo specifico per i bambini. Dopo il trattamento risciacquare bene la zona. Se le croste sono spesse, possono essere più difficili da rimuovere. In questo caso si può risolvere applicando olio minerale sull’area interessata, lasciarlo agire sul cuoio capelluto per 30-45 minuti circa, prima del bagnetto. Le croste appariranno ammorbidite e saranno molto più facili da rimuovere. Probabilmente non riuscirete a rimuovere tutto in un unico lavaggio, ma con pazienza e attenzione, con l’aiuto di una spazzola morbida, le croste saranno completamente eliminate.

In quali casi si deve contattare il pediatra?

  • Se la crosta, sul cuoio capelluto del piccolo, non va via o peggiora dopo le cure.
  • Se al bambino viene la febbre (si può trattare di un’infezione che peggiora).
  • C’è pus o le croste diventano rosse e dolorose.

Insomma mammine non c’è da preoccuparsi, il più delle volte non è niente di grave. Il vostro bambino ha la crosta lattea? Come avete risolto? O è scomparsa da sola? Scrivetecelo nei commenti!

di Federica