Come non arrabbiarsi più

Ogni giorno facciamo una promessa a noi stessi: non ci dobbiamo arrabbiare. Non dobbiamo provare rabbia in ufficio, mentre siamo in auto, quando andiamo a fare la spesa, in famiglia, con il partner, con i figli, con le persone che incontriamo. Ma nonostante tutta la buona volontà è difficile mantenere sempre la calma, mantenere un certo distacco emotivo da situazioni frustranti e complicate.

Ma tutto si può imparare nella vita, basta solo provare, tentare, avere pazienza e anche molto tempo: il distacco emotivo è la parola chiave per non dovere più fare i conti con la rabbia e per farci vedere il mondo con occhi e sentimenti diversi. Così da poter dare spazio alle cose che veramente contano nella nostra vita.

Per praticare il distacco emotivo dobbiamo impegnarci: non esiste la ricetta giusta e perfetta, ognuno deve trovare la sua strada, anche in base alla situazione che vive, alla propria storia, alle relazioni che ha.

Per trovare finalmente il distacco emotivo dobbiamo mettere in conto che ci vorrà del tempo: con calma dobbiamo analizzare la situazione che abbiamo di fronte e capire in che preciso momento la rabbia prende il sopravvento, così da fermarlo pian piano quando il sentimento si presenta. Fermiamoci in quel momento, osserviamo, riflettiamo su quello che è successo e assolutamente cerchiamo di non perdere decisioni importanti quando siamo sotto l’effetto di emozioni forte.

Cerchiamo di essere presenti e di capire cosa accade nel nostro animo, così da poter affrontare, pian piano e un passetto alla volta, le nostre emozioni, controllandole e non facendoci controllare da loro. Esercitandoci ce la potremo fare.

Solo quando saremo riusciti nella pratica del distacco emotivo sapremo come reagire di fronte a ogni situazione, senza farci comandare dalle emozioni forti che potrebbero rendere più difficile la nostra vita. In questo modo sapremo sempre comportarci nel migliore dei modi, capendo cosa merita e cosa deve essere allontanato nella nostra vita.