Cura del seno e dei capezzoli durante l’allattamento

Allattare un bambino è uno dei momenti più belli della vita di una mamma. Ma non per tutte le donne si tratta di un’esperienza confortevole e piacevole. Quando si allatta, per la prima volta, è normale sentirsi a disagio, ci vorrà un po’ di tempo ma poi sarete impeccabili!

Nessuna donna dovrebbe provare dolore mentre nutre il bebè, ma alcune provano fastidio e bruciore, soprattutto nelle prime settimane di vita del bambino. Una soluzione per non provare dolore e per prevenire la formazione di crepe nella capezzoli, potrebbe essere quella di imparare a posizionare correttamente il bambino. Adagiatelo sul petto e aiutatelo ad attaccarsi al capezzolo, afferrando gran parte della areola.

Il dolore e il fastidio può dipendere anche da seni particolarmente duri. Se notate che il vostro seno è “congestionato”, consigliamo di rimuovere un po’ di latte. Prima di farlo applicare sulle mammelle qualcosa di caldo, per esempio un asciugamano, quando lo sentirete più morbido massaggiatelo delicatamente e alla fine potete estrarre il latte. Dopo la rimozione, potete conservarlo in un contenitore sterile specifico.

Alcuni consigli utili per prendersi cura del seno e dei capezzoli:

  • Se i capezzoli sono doloranti, si consiglia di iniziare l’allattamento al seno che fa meno male.
  • Se si sentono i seni particolarmente “congestionati”, massaggiate le mammelle uno o due minuti prima di procedere con l’allattamento, per contribuire a stimolare il flusso del latte.
  • Allattare 8 a 12 volte al giorno.
  • Assicuratevi che il bambino afferri il seno correttamente (capezzolo e gran parte de l’areola). Succhiare solo il capezzolo potrebbe essere molto doloroso per la mamma, potrebbero formarsi delle crepe fastidiosissime, le famose ragadi.
  • Offrire entrambi i seni ad ogni poppata.

  • Se i tuoi seni sono pieni, sodi e duri, rimuovere un po’ di latte per ammorbidirli; così il bambino si nutrirà più facilmente.
  • Cercate di non saltare le poppate nelle prime settimane.
  • Tra una poppata e l’altra, impacchi freddi o con foglie di cavolo, possono aiutare a ridurre il gonfiore.
  • Utilizzare un buon reggiseno per sostenere le mammelle.
  • Se siete già tornate a lavoro e non potete allattare il vostro bebè, utilizzate un tiralatte e conservatelo per il vostro piccolo.
  • Attenzione ai primi segni di fame, per esempio se il bambino fa movimenti dolci, è sveglio e vigile, porta la mano alla bocca, ecc.. E ‘una buona idea dare il seno al bambino quando è calmo, prima che inizi a piangere!!!

I capezzoli richiedono un trattamento speciale.

  1. Pulisci i seni con il latte in eccesso, strofina delicatamente i capezzoli e lasciali asciugare; Ciò contribuirà a ridurre le irritazioni e le crepe. Il vostro latte è un ottimo idratante!
  2. Applicare creme detergenti specifiche sui capezzoli, acquistabili in farmacia.
  3. Se i capezzoli sono molto irritati o spaccati si possono utilizzare i cuscinetti in gel. Questo vi aiuterà ad alleviare il dolore e a stimolare la guarigione dei tessuti.
  4. Smettere di utilizzare le creme se usate i cuscinetti in gel.

Il problema è assolutamente comune, ma con particolari attenzioni e precauzioni si può vivere il momento dell’allattamento in maniera tranquilla e serena. Raccontateci la vostra esperienza, scrivetecela nei commenti!

Condividete questi consigli con tutte le mamme!

di Federica