Diventare mamma: tutta la verità tra gioie e paure

Prima di avere dei figli tutte pensiamo che diventare mamma è una cosa meravigliosa ed effettivamente lo è, non immaginiamo nemmeno quanto! Pensiamo tutte che essere madre è facile, in qualche modo naturale e che tutto piano piano vien da sé! Poi arriva il momento in cui: rimaniamo incinte, test di gravidanza positivo e iniziamo a provare insieme gioia, paura, ansia. Siamo felici ma anche spaventate, un mix di emozioni che hanno cominciato a “mettere in dubbio” il nostro concetto di maternità: la pancia cresce, insieme alla ritenzione idrica, il gonfiore del seno, le nausee mattutine, ci guardiamo allo specchio e ci odiamo, ma poi il giorno dopo ci sembriamo bellissime.

Ognuna di noi è diversa, c’è chi ha avuto nausee e per chi invece è stata una passeggiata. Ma per tutte si susseguono visite ginecologiche , alla fine, si arriva al parto, un’emozione unica, sia naturale che cesareo, nasce il nostro bambino, la gioia che abbiamo atteso per 9 mesi ma non è rosa né tanto meno profumato! A quel punto ci si potrebbe chiedere: “Ma la maternità, quella dei film o delle riviste, dov’è?”, mentre te lo domandi scopri che allattare è bellissimo, ma anche molto doloroso, sei preoccupata, in difficoltà, non sai come fare e hai punti che tirano da morire e dei dolori che non ti lasciano dormire.

E il bambino? E’ lui la nostra gioia, ma piange e non sappiamo mai che fare, abbiamo l’umore sotto i piedi perché gli ormoni della gravidanza ci hanno “abbattute” a livello fisico e soprattutto psicologico. Avevamo immaginato una nuvoletta rosa, dove tutto era perfetto, ci immaginavamo insieme al nostro piccolino in un nido confortevole, perfetto, silenzioso, un bimbo dormiglione e roseo: ma anche no! Ma l’importante è tenere duro perché a casa, con l’amore del nostro compagno, tutto andrà bene e sarà meraviglioso, invece arriviamo a casa, sentiamo salire il panico, lo smarrimento: “E adesso che faccio?” I parenti, dove sono? Citofono, telefono, campanello e noi lì che proviamo a “fare le mamme”, a conoscere l’amore della nostra vita, noi che proviamo ad allattare e in cuor nostro vorremmo mandare tutti fuori di casa ma sai che hai bisogno anche di loro, sai che non puoi comportarti da pazza, quindi respiri e cerchi di rilassarti.

Continuiamo a guardare quella rivista in salotto dove la mamma è bellissima, pulita e in forma, il bambino dorme tranquillo invece noi non riusciamo a farci una doccia per tre giorni di seguito, abbiamo addosso quella tuta da troppo tempo e nostro figlio è un “diavoletto” più che un angelo con i boccoli! Ma perché? La maternità è una cosa meravigliosa, ci fa scoppiare il cuore di gioa, ma è difficile, tanto difficile. Perché nessuno ce lo dice? Ditelo che sarà un caos, che piangeremo, che non sapremo come fare, che gli ormoni sono “crudeli assassini”. Adesso lo sappiamo e nonostante tutto questo, essere mamme è comunque la sola cosa più bella al mondo e anche se sporche, esauste, sommerse da quintali di cacca e pannolini, prima o poi, anche noi avremo quel sorriso, quello che sbirciamo sulle riviste!

L’argomento è sicuramente scherzoso, essere madre è una conquista e ci offre l’esperienza più bella e dolce del mondo, stringere quel fagottino tra le braccia ci ripaga di tutto: del dolore, della sofferenza e anche del nostro “aspetto trasandato” ma chi di voi non ha mai avuto questo sfogo?  Scriveteci quello che avete pensato da neo-mamme e quello che spaventa chi sta per diventarlo!

di Federica