Dove e come far dormire il neonato nei primi mesi

Il sonno dei bambini è sacro, ed è un argomento molto caro a noi mamme. Quando si prepara il corredino per il piccolo che arriverà, si sceglie con molta cura dove dorme il neonato: culla o lettino? In entrambi i casi si presta attenzione al materasso e alla posizione che assumerà il bebè durante la nanna, criteri rilevanti per la qualità del riposo e per la prevenzione del soffocamento. Il bambino appena nato ha bisogno di un ambiente ristretto, in cui si senta protetto come nella pancia della mamma.

Sta bene in braccio perché, oltre al contatto umano, si sente contenuto, avvolgerlo nella copertina è un modo per tranquillizzarlo. Per tutti questi motivi un letto troppo ampio potrebbe farlo sentire a disagio tanto da non riuscire a prendere sonno e chiedere, attraverso il pianto, di essere preso in braccio, il lettino andrà bene dai sei mesi in poi, inizialmente ci sarà bisogno di un riduttore.

Far dormire il neonato nella carrozzina è un’alternativa spesso dettata dalla praticità, il bambino si addormenta tante volte durante il giorno, può accadere anche fuori casa, motivo per cui la carrozzina va preparata con attenzione scegliendo un materassino sottile e allo stesso tempo duro, specifico antisoffocamento; il cuscino, nei primi mesi di vita, non è necessario, eventualmente se ne può acquistare uno molto basso.

Il neonato non dovrebbe dormire nel letto con i genitori, per non essere urtato violentemente durante il sonno o per il rischio di avere troppo caldo. La temperatura è davvero importante: scegliere lenzuola e copertina in fibre naturali, controllare spesso che il bambino non stia sudando, soprattutto durante il sonno. Nel luogo dove dorme il neonato, i primi mesi, non andrebbe inserito niente di non necessario: giocattoli, peluche, sonagli potrebbero diventare un pericolo e un ostacolo per la respirazione.

Da non dimenticare che la migliore posizione della nanna per il neonato è a pancia in su, posizione che permette di avere le vie respiratorie libere. Ecco alcuni dei migliori consigli degli esperti per garantire al bambino un sonno in totale sicurezza:

  • Durante i primi mesi, dopo la nascita, è meglio condividere la camera e non il letto;
  • Il bambino deve sempre dormire sulla schiena;
  • La scelta di un materasso adatto per la culla, la cosa importante è che non ci sia spazio tra il materasso e le barre laterali del letto;
  • Non utilizzare lenzuola spesse;
  • Non mettere dei cuscini vicino la testa del bambino
  • Se si vuole praticare il co-sleeping nei primi mesi di vita, è meglio farlo in modo sicuro:

I consigli forniti sono un ottimo promemoria per la mamma, e ricordiamoci che se il nostro bambino dorme bene saremo più tranquille anche noi! Naturalmente, stiamo parlando solo dei primi mesi di vita, dopo i quali noi crediamo che il lettone sia la cosa migliore sia per il bambino che per la mamma! Ma, inizialmente, siamo sicure che anche a voi farà, o ha fatto paura farlo dormire in mezzo a voi e al vostro compagno. Quando il bambino ci apparirà più grande e in grado di girarsi da solo, riusciremo a rilassarci, mettendo un po’ da parte le nostre paure!

La vostra esperienza qual’è stata? Lasciateci la vostra opinione…

di Lisa