Essere un buon esempio è il regalo migliore che si può fare ad un figlio!

I figli, soprattutto quando sono piccoli, sono soliti seguire il nostro esempio, rare volte mettono in discussione quello che facciamo o diciamo. Per loro quello che fa un genitore rappresenta l’esempio da seguire, la persona da cui imparare, pertanto tenderanno sempre ad imitare le sue azioni. Ma la mamma o il papà, si sa, non sono esseri perfetti, in quanto umani. Non sempre si è coerenti, come si dice, “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare” e i bambini o adolescenti non tardano a notarlo. Non ha senso dire: “Lascia in ordine la tua camera!”, “Non dire le bugie” o “Non alzare la voce!”, se noi siamo i primi a non farlo. Non servono tante parole se queste non vanno di pari passi con i fatti.

Un figlio è lo specchio dei genitori, le nostre emozioni e il nostro umore sarà il loro, ogni nostro comportamento si proietta su di loro. Siamo adulti, abbiamo il diritto di sbagliare, ma è fondamentale mantenere l’autocontrollo e la disciplina, con i bambini, ma soprattutto con noi stessi. Qualche buono esempio per i nostri figli?

-Insegnate loro a dire la verità

Siamo onesti, quante volte un figlio ci ha beccato a dire qualche bugia, seppur a fin di bene? Capita spesso, tante volte mentiamo anche a loro, quindi il messaggio che passa è che mentire è normale, è da brave persona, lo fanno addirittura anche mamma e papà!

-Insegnategli ad ascoltare

Avete sicuramente combattuto per farvi ascoltare, ma fermatevi un attimo a pensare, quante volte avete ascoltato i vostri figli? Vi è mai successo di ignorarli, presi da mille altre cose? Come si può pretendere che un figlio ci ascolti se a volte siamo proprio noi i primi a “fare orecchie da mercante”? E’ meglio essere chiari, dire loro di aspettare, non ci rimarranno male, lo apprezzeranno, sanno che di lì a poco sarete felicissimi di ascoltarlo.

-Insegnategli a parlare a bassa voce

E’ successo a tutti i genitori del mondo… quante volte avete detto a vostro figlio non gridare, urlandogli contro? Se pretendiamo un comportamento gentile, la voce bassa, dobbiamo noi stessi dare il buon esempio. Sicuramente la pazienza spesso viene a mancare, ma come adulti e soprattutto come genitori, dobbiamo fare uno sforzo, fermarci a pensare, e non lasciarci sopraffare dalle emozioni. Dando il buon esempio, i bambini non avranno difficoltà a comportarsi allo stesso modo!

-Trasmettete hobby produttivi

Guardate la televisione? I figli faranno lo stesso!. Smanettate con lo smartphone? Non lamentatevi se i vostri figli non lo mollano un attimo! I vostri passatempo, saranno i loro hobby, se ne avete di negativi, forse è arrivato il momento di cambiarli… fidatevi, sarà utile per entrambi!

-Insegnate loro la tolleranza alla frustrazione

Forse è questo il punto più importante. Siate maestri di vita, offrite ai figli un alternativa, insegnategli a comprendere gli errori, e ad imparare da questi. Aiutateli ad accettare quello che non può essere cambiato, mantenetevi emotivamente stabili. Lo saranno anche loro.

Questi sono solo alcuni dei consigli che si possono insegnare ai propri figli; il segreto è non dimenticare mai che siamo un modello, un esempio, almeno fino all’età adolescenziale. Ci guardano, ci imitano, ci stimano, ogni nostra azione sarà la loro. Pensate a cosa non va in voi, cosa non vi piace, lavorate sulla vostra figura di genitore e provate a migliorarvi, fatelo per voi ma soprattutto per i vostri figli! Condividete!

di Federica