I neonati sentono l’affetto: tante coccole aiutano a crescere bene

Domanda ricorrente: i neonati sentono l’affetto dei propri cari? Certo che si! Sicuramente più ne diamo, più i nostri piccoli cresceranno meglio. Le coccole, i baci, gli abbracci ma anche le parole dolci, sono utili al bambino per imparare a stabilire, fin da subito, i legami affettivi che saranno determinanti nel corso della sua vita.

coccole-neonati-590x442

I nostri bebè hanno certamente bisogno dell’accudimento primario (pappe, bagnetto e pannolino) ma non può mancare il desiderio di coccole e attenzioni che stimolano il cervello. Gli abbracci, i baci e le carezze, insieme all’odore della mamma, regalano al piccolo una sensazione di benessere e appagamento che rafforzano anche il rapporto madre-figlio, già fortissimo nelle prime settimane della gravidanza. Noi mamme abbiamo il compito di fare da “guida” ai nostri figli, mese dopo mese il nostro cucciolo crescerà e comincerà ad imitarci; per tale motivo è importante fornire un buon esempio nelle relazioni con gli altri. Inoltre molto importante è il contatto, che può classificarsi a tutti gli effetti tra i bisogni primari del nostro piccolo bebè.

1117

Secondo una recentissima ricerca tedesca i baci e gli sfioramenti ricordano al piccolo le sensazioni vissute nei 9 mesi nella pancia, quando era “al sicuro” nel ventre materno. Accarezzare il neonato gli genera emozioni piacevoli, si incide sul sistema nervoso che libera endorfine, gli ormoni del piacere, che accompagnano il rilassamento e il sonnellino.

Le coccole sono il primo modo con cui possiamo comunicare con i nostri piccoli, ricordiamoci sempre che un neonato coccolato è un futuro adulto sano. Nessun bambino coccolato è un mammone!

Mamme coccolateli tantooooo, sono piccoli una volta sola!

di Federica