Il feto piange dentro il grembo materno?

Quando aspettiamo un bambino abbiamo la testa piena di domande e dubbi che non si placano finché non trovano risposta. Tra le tante questioni, ad un certo punto della gravidanza, vi sarete sicuramente chieste: “Il bambino può piangere nella mia pancia?”. Oggi vi rispondiamo noi!

E bene si, è proprio così: i bambini piangono dentro il grembo materno. Questa scoperta si deve al ginecologo americano Stuart Campbell che, attraverso uno scanner 4D, quindi con testimonianze ecografiche, ha dimostrato la capacità prenatale del bambino di fare espressioni facciali come: sorridere, sbadigliare e… piangere! “Non credo che i genitori siano consapevoli del grado di espressioni facciali che può essere visto all’interno dell’utero. Con un’ ecografia 4D è del tutto evidente che i bambini possono aprire le palpebre”, ha detto il Dott. Campbell.

Alcuni medici hanno voluto registrare la reazione del feto, in seguito ad uno stimolo vibro-acustico. Durante l’esperimento il bambino nella pancia, ha risposto con: tremolio delle guance, movimento della bocca e della lingua, chiusura degli occhi e agtrottamento delle sopracciglia. La capacità del feto di piangere sarebbe confermata dal fatto che i bambini nati prematuri, dopo appena 24 settimane di gestazione, riescono a piangere con singhiozzi e lacrime! Guardate con attenzione:

Questa scoperta va ad arricchire la conoscenza del mondo prenatale. Gli studiosi, dopo questo importante studio, sono unanimi nel sostenere anche la competenza affettiva fetale. Il feto nella pancia percepisce gli stimoli esterni e ne distingue la natura e la qualità, reagendo di conseguenza. Quindi percepisce quando c’è qualcosa che non va, percepisce la gioia e le tristezza della sua mamma.

Mi raccomando ragazze, so che siete stanche, esauste e che non è facile ma cercate di stare sempre serene. Pensate a questa immagine, a questo sorriso nell’ecografia e immaginate quello di vostro figlio, mentre sorride dopo una vostra carezza.

di Federica