Il nome di un figlio lo deve scegliere la mamma: quanto c’è di vero?

Sarà maschio o femmina? Come lo chiamiamo? A me piace… e a te? Sbagliato! Deve essere solo e dico solo la mamma a scegliere il nome del bambino che sta per nascere. Lo dice chiaramente un esperto, Raffale Morelli, noto psicoterapeuta e scrittore, che da anni dibatte su questo argomento. “I nomi devono sceglierli sempre le mamme, mai i papà, mai i nonni!” ha fatto sapere chiaramente lo psicoterapeuta, motivando, ovviamente, la sua dichiarazione con un discorso chiaro, comprensibile e ben preciso.

“I nomi li devono scegliere le mamme, non i papà! Mai chiamare i figli con il nome dei nonni perché, ogni volta che la mamma lo chiama, se il suono è gradito  si crea una ‘tattività’, perché il suono è un tatto che tocca le orecchie e tocca la parte antica del cervello”, ha spiegato Morelli, che si è interessato all’argomento dopo un incontro fortuito con una donna incinta che stava affrontando la pesante questione, in famiglia, sul nome da dare al proprio piccolo.

Stando a quello che sostiene il dottor Morelli, quando una mamma chiama il proprio bambino con un nome che le piace e soprattutto che ha scelto lei,  emette una vibrazione sonora che entra ne l’affettività del bambino, che quindi si sente riconosciuto. Quindi, avere un nome che piace alla mamma fortifica ancora di più il legame genitore-figlio, che si crea da subito, fin dal primo giorno del concepimento.

Al contrario, invece, un nome imposto, che la mamma non gradisce, porterà a scontri con il piccolo, che si sentirà inadeguato ogni volta che sarà chiamato dalla madre. Durante la scelta del nome, possiamo incappare in altri rischi, ad esempio quello di farsi travolgere dal momento, da un nome alla moda, e poi pentirsi in seguito della decisione. Quando scegliamo il nome da dare al nostro bebè dobbiamo tenere in considerazione numerosi fattori: la pronuncia, lo spelling, ma anche i futuro curriculum di nostro figlio!

Insomma scegliere un nome è una cosa seria e va curata nel minimo dettaglio, è un importante biglietto da visita, quindi mamme scegliete con cura e non fatevi influenzare da nessuno! Noi siamo pienamente d’accordo con la teoria di questo esperto ma non è nemmeno giusto che il papà venga tenuto fuori, quindi vi diciamo la nostra di teoria. Il nome va scelto insieme, naturalmente deve piacere a entrambi e nessuno deve forzare l’altro! Non esiste che siamo costrette a chiamare nostro figlio come nostro suocero se non ci piace! E poi perché? Perché in quella famiglia si usa riallevare? Siamo nel 2017! Per cui, non costringete le mamme, cari uomini, tenete presente il fatto che quel nome, vostro figlio lo porterà per tutta la vita!

di Lisa