In morte cerebrale da 123 giorni, mamma coraggio partorisce due gemelli

Frankielen da Silva Zampoli Padilha è una giovane donne in dolce attesa. Purtroppo, alla nona settimana di gravidanza, la donna ha avuto ictus. Ma c’è qualcosa di straordinario in questo accadimento terribile… il cuore dei bambini ha continuato a battere all’interno del grembo materno. Frankielen era stata dichiarata “clinicamente morta”, ma i medici hanno deciso di fare di tutto per cercare di salvare i due embrioni. Il corpo della giovane donna continuava a nutrire i suoi bambini non ancora nati. I piccoli stavano lottando per sopravvivere.

Il dottor Dalton Rivabem, medico della donna, dichiara ai giornali locali: Abbiamo fatto un’ecografia sugli embrioni pensando che sarebbero morti anche loro nel ventre materno, ma con nostra sorpresa erano attaccati alla vita!”. E ancora:  “Gli organi di Frankielen erano intatti e lavoravano come se lei fosse ancora con noi. Abbiamo preso la decisione di tenerla in vita per riuscire a salvare i figli non ancora nati, ogni giorno li guardavamo crescere normalmente”.

Il personale sanitario dell’ospedale di “Nosso Senhora do Rocio” ha assistito la madre durante la degenza ospedaliera, ha cantato ai bambini non ancora nati e ha parlato con loro nel grembo materno. Dopo esattamente 123 giorni, Frankielen ha dato alla luce, ovviamente con un parto cesareo, i suoi due gemellini: un maschietto e una femminuccia, rispettivamente Asaph e Ana Vitoria. I piccoli sono rimasti in incubatrice per tre mesi, oggi sono stati affidati alle cure del padre, Muriel Padilha, e della nonna.

“Sono tanto orgogliosa di mia figlia. È stato difficile perderla, ma è stata una guerriera fino alla fine. Ha protetto i suoi bambini e gli ha donato la  vita fino al giorno in cui se n’è potuta andare”, parla così la nonna materna. Muriel dal canto suo, pensa che lo spirito di Frankielen gli abbia parlato… “Frankielen mi è apparsa in sogno molte volte, specialmente quando ero disperato e gridavo a Dio di riportarla a me. Una sera si è seduta sul mio letto e mi ha detto: ‘Amore, non posso più tornare da te. Devo rimanere. Adesso sono in un bel posto. Hai una grande missione da completare. Devi guardare i nostri figli, devi essere forte, andare avanti e vivere la tua vita”.

Una storia incredibile che rappresenta davvero ciò di cui sono fatti i miracoli. Frankielen ha fatto un ultimo gesto di generosità: la donna ha donato cuore e reni, per salvare ancora altre vite!

di Lisa