La bambina è fuori di sé, il medico, frugando tra i capelli, scopre la ragione

Non avevamo intenzione di rendere pubblico il video, ma il dottore ci ha detto che può contribuire a far comprendere i sintomi ai genitori”. Così un papà, Lantz Lewis, ha spiegato le motivazioni che hanno spinto lui e sua moglie a rendere pubbliche le immagini della figlia di 3 anni, Evelyn. Infatti, sotto suggerimento del medico, la famiglia vuole sensibilizzare altri genitori…

La protagonista del filmato, Evelyn, quella mattina mostrava serie difficoltà nel muoversi o semplicemente nello stare in piedi. Mamma Amanda racconta:

“Tutto è iniziato la sera prima, poco dopo averle fatto il bagnetto della sera. Evelyn si comportava in modo strano, si lamentava e rifiutava di indossare il pigiamino. Non l’aveva mai fatto!! Preoccupata da tale comportamento, ho deciso di farla dormire con me nel lettone, almeno per quella notte, nella speranza che tutto sarebbe passato al mattino. Ma purtroppo, così non è stato…”.

“Ci siamo alzate dal letto, le condizioni della bambina sembravano essere peggiorate: non riusciva nemmeno a reggersi in piedi. Ho preso il telefono e ho filmato Evelyn nella speranza che qualche parente sapesse dirmi cosa le stava succedendo. Poi ho deciso di portarla al pronto soccorso…”.

“I medici hanno visitato la bambina. Un dottore ci ha rivelato di aver visto gli stessi identici sintomi in altri 8 bambini. Ha cominciato a cercare accuratamente tra i capelli di Evelyn e indovinate un po’? C’era una zecca sulla nuca! La bambina era stata paralizzata da morso del parassita”.

Guardate il video girato dai genitori di Evelyn:

Con il suo post Amanda, ha voluto spiegare che la paralisi da zecca è si rara, ma non è del tutto improbabile. La bimba dunque è vittima di una zecca la cui tossina, immessa nel sangue, provoca prima debolezza nelle gambe che rapidamente avanza in tutto il corpo provocandone appunto la paralisi. Se non diagnosticata e fermata in tempo si può incorrere in insufficienza respiratoria e in casi estremi alla morte.

“Mio marito ed io siamo ancora in stato di shock per quanto accaduto alla nostra bambina, siamo contenti di esser stati in grado di diffondere una consapevolezza su questo argomento”, spiega Amanda.

Evelyn, fortunatamente è in netta ripresa. Abbiamo scelto di condividere questa storia particolare per  diffondere la conoscenza e la consapevolezza su questo tipo di paralisi che, ricordiamo, è rara ma non del tutto impossibile. Condividete!

di Federica