La diagnosi era terribile ma poi i medici fanno una scoperta che gli cambia la vita

Paul Baxter è un uomo protagonista di un caso medico davvero incredibile e anche un po’ imbarazzante.

L’uomo 47enne, che lavorava alle Poste, aveva dei problemi respiratori da più di un anno: era un fumatore che recentemente aveva sofferto anche di polmonite. I dottori erano preoccupati e così hanno deciso di fargli dei raggi X.

L’esame ha svelato che Baxter aveva una massa nel polmone: i dottori gli dissero che probabilmente si trattava di un cancro ai polmoni. Per capire meglio di cosa soffrisse, i medici hanno introdotto tramite broncoscopia una macchina fotografica in gola.

Fu allora che il caso prese una svolta decisamente strana: il medico riusciva a vedere quello che i raggi avevano visto come ombra e riuscì anche a rimuovere quell’oggetto che metteva a rischio le sue vie aeree.

Quando il medico tirò fuori quell’oggetto, tutti in sala cominciarono a ridere…

Perché Baxter stava male? Perché nei suoi polmoni era finito un cono del traffico giocattolo, quelli piccolissimi dei Playmobil, lungo poco più di mezzo pollice.

L’uomo ha ammesso di averci giocato quando era piccolo e di aver deglutito qualche pezzo: effettivamente aveva perso proprio un cono del traffico, che gli era stato regalato in un kit per il settimo compleanno.

I medici erano senza parole, perché il cono è rimasto lì dentro per 40 anni senza causare nessun problema, almeno fino ad allora: probabilmente i polmoni si sono adattati e rimodellati perché Baxter lo ha inghiottito quando era giovane.

 

A distanza di mesi dall’intervento, Baxter sta bene e i medici non possono far altro che scherzare su quello strano caso!