La gravidanza può cambiare il cervello della mamma. Come?

Il legame profondo tra madre e bambino è una cosa meravigliosa da vivere. Ogni giorno scopriamo nuove cose. Sembra incredibile, ma secondo alcuni studi recenti, dopo la gravidanza, diminuirebbe il volume cerebrale. Infatti, le donne in dolce attesa, sembrano “perdere” la materia grigia in alcune aree del cervello, soprattutto in quelle delle emozioni e dei segnali non verbali. In compenso, tale diminuzione, renderebbe più efficienti altre zone cerebrali. Questo consente una migliore interpretazione dei bisogni e dei sentimenti dei bambini e aumenta l’attaccamento alla madre.

Lo studio è stato avvalorato dalle risonanze magnetiche eseguite su un gruppo di padri e madri, prime della gravidanza e dopo la nascita. Esaminando i risultati si vide che il cervello dei papà era rimasto invariato, mentre quello delle mamme presentava una perdita di materia grigia.

La diminuzione non si traduce necessariamente con un “deficit” delle funzioni, ciò è dichiarato da Elseline Hoekzema, autrice della ricerca e studiosa nei Paesi Bassi. “A volte, meno significa più, quello che sembra essere ridotto, in realtà è potenziato”, afferma la ricercatrice.  In parole semplici, si mantengono le connessioni più utili a discapito delle altre. Tale cambiamento rinforza il cervello materno e lo aiuta a rispondere alle esigenze del bebè.

Prendersi cura di una vita umana, di un’altra persona, soprattutto di un neonato, è un compito gravoso e di alta responsabilità. Proprio per questi motivi richiede gran parte o tutta la nostra attenzione. La natura in questo è imbattibile, pensa a tutto, anche a queste piccole ma grandissime cose! Sembra incredibile, ma è tutto vero!!!

Mammine l’essere umano è davvero qualcosa di incredibile; tutto è pensato per funzionare al meglio, ogni organo ha la sua funzione. Quando nasce da noi un’altra vita, il nostro corpo si adegua naturalmente al cambiamento, per non fargli mancare assolutamente nulla! Straordinario!

di Federica