Come possono le aziende sostenere una mamma che lavora? Un modo c’è sempre!

Permettere ad una neo-mamma di rientrare al lavoro è un’utopia? Molte aziende utilizzano un metodo nato in California, nel 1983, che consente alle mamme di rientrare sul posto di lavoro appena dopo il parto, anche con i figli al seguito. Le aziende offrono agevolazioni a mamme e papà; con i figli a lavoro possono godere di maggiori momenti vissuti insieme, affidandoli a personale specializzate nell’accudimento dei piccoli.

allattamento-lavoro.600

E’ questo il modello proposto dall’azienda “Patagonia” , che oltre ad offrire prodotti di qualità, adotta una politica che tutela il suo personale, con un occhio di riguardo per le donne, mamme e mogli, costrette a rinunciare alla carriera per occuparsi dei figli.

bambini-in-ufficio

L’azienda promotrice del progetto, non nasconde che ci sono benefici anche per l’impresa stessa che, vede i dipendenti più motivati e soddisfatti e riscontra una maggiore produttività, che può garantire la fedeltà da parte dei dipendenti. L’idea nasce dal signor Chouinard, che ci mostra un ulteriore vantaggio per le aziende che adottano la sua “politica”: alla donna che vive il percorso della maternità, è assicurato il suo posto di lavoro.

Nel mondo di oggi, la vita è frenetica e caotica, capita molto spesso che una persona deve rinunciare a qualcosa per dare priorità ad altro. E’ così, purtroppo, che una donna ritarda la maternità oppure deve rinunciare a fare carriera ed avere successo a causa della società. Il mondo di oggi infatti, preferisce donne single o uomini a mamme e mogli.

mamma-lavoratrice-non-arrenderti-350x320

E’ una vera svolta quella proposta dal signor Chouinard e adottata, per fortuna, da alcune aziende. E’ una delle poche volte che si fa qualcosa per noi donne, soprattutto mamme! Per questo motivo, l’azienda “Patagonia”, si qualifica come un’ impresa responsabile, capace di soddisfare i bisogni umani più profondi.

Ci auguriamo l’espansione di questo tipo di aziende, che possano tutelare i nostri diritti di donne, madri e mogli, forse il progetto è lontano ma che dire… incrociamo le dita!

Vi mostriamo il video dell’azienda Patagonia:

di Federica