L’abuso emozionale in gravidanza: danni irrimediabili a mamma e bambino

Per ogni donna la gravidanza dovrebbe essere il periodo più felice della propria vita, ma purtroppo le cose non vanno sempre come previste. Avere accanto a un uomo che fa soffrire una donna, che ne abusa emotivamente, non fa male solo a noi, i danni ricadere anche sul piccolo che sta crescendo nel grembo, e molte volte purtroppo, sono  irreparabili. Tutte le emozioni che una donna prova e subisce durante la gravidanza influenzano il bambino. L’abuso emozionale è da evitare come si farebbe per  l’alcool, il fumo o le droghe. Moltissimi studi a riguardo hanno dimostrato che le sensazioni emotive dolorose e lo stress possono influenzare negativamente lo sviluppo del nascituro. Purtroppo questo è un vero problema ai giorni d’oggi, rappresenta un numero oscuro…

  • La sofferenza della madre, nel primo trimestre di gravidanza, può causare schizofrenia nel vostro bambino da adulto

Gli studi hanno dimostrato che quando una donna incinta soffre molto o è stressata, nel primo trimestre di gravidanza, aumenta la probabilità che il bambino possa sviluppare schizofrenia nell’età adulta. Inoltre, i problemi di attenzione sono legati allo stress subito negli ultimi mesi di gravidanza.

  • Danni allo sviluppo neurale del bambino

E’ stato dimostrato che, un costante abuso emotivo, la depressione, l’ansia e lo stress delle donne in gravidanza hanno un impatto molto forte sul futuro del bambino. In conclusione, tutte queste emozioni che si verificano nella madre condizionano lo sviluppo neuronale del bambino che lo rende più incline a problemi emotivi come ad esempio:

  1. disturbi del comportamento;
  2. problemi di attenzione;
  3. disturbi a livello cognitivo
  • La sofferenza emotiva della donna in gravidanza raddoppia la possibilità per il bambino di avere problemi emotivi

Questi effetti possono apparire dalla nascita fino a circa 12-13 anni. L’abuso emozionale, gli effetti dello stress e le minacce subite dalla madre in attesa, raddoppiano le probabilità che il bambino avrà problemi emotivi nella sua vita.

  • Danni alla loro capacità naturale di affrontare il dolore emotivo

La donna incinta che soffre di alti livelli di stress o di abuso emotivo, secerne grandi quantità di adrenalina (la sostanza chimica tipica di quando si ha paura), e viene attivato un meccanismo di difesa. Ogni volta che ci troviamo in una situazione pericolosa, l’adrenalina è ciò che ci spinge a reagire rapidamente, come la corsa o la fuga, a darci forza per affrontare qualcosa; questa sostanza smorza anche la percezione del dolore fisico, per andare avanti.

Il tema purtroppo è tristemente attuale, dai mass-media, tutti giorni, sentiamo di donne abusate, maltrattate, violentate, non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, quindi, donne, per il nostro bene e, soprattutto, per il bene dei nostri figli, cerchiamo di evitare i rapporti tormentati o violenti, almeno durante i 9 mesi di gravidanza, è per la nostra felicità ma anche per il futuro, delle donne ma soprattutto dei bambini! Condividete!

di Federica