L’importanza del papà in sala parto

Sono finiti i giorni in cui il papà era solo una figura secondaria. Oggi l’uomo è coinvolto su tutti i fronti e diventa fonte di grande aiuto e sostegno per tutte le mamme. La presenza e la compagnia della persona amata, durante il travaglio, è fondamentale. Non esiste supporto migliore per una donna in dolce attesa, della vicinanza del proprio compagno di vita. La presenza del partner in un momento molto emozionante e speciale è necessaria, ma può essere anche molto difficile e dolorosa. Il ruolo del papà durante il parto, è diventato sempre più importante nel corso del tempo, la loro partecipazione può essere la chiave per mitigare il dolore delle contrazioni e per calmare i nervi della futura mamma.

Il ruolo del partner durante questo importante momento, sarà al fianco della sua compagna, per tenere la mano alla mamma e aiutarla a superare le difficoltà e il dolore legati al travaglio e alla dilatazione. Perché andando oltre quello che normalmente si pensa, la nascita di un bambino è un evento che coinvolge sia la mamma che il papà. Ma, cosa può fare l’uomo in sala parto???

  • Dare sostegno e rassicurazione:  In quei momenti, quando si provano così tante emozioni diverse, la presenza del partner può fare la differenza. Nessuno meglio di lui sa come rassicurarvi e donarvi conforto. Ti dirà che sei speciale, che stai facendo un ottimo lavoro… e sapete le parole possono essere di grande sostegno! Continuate con i respiri appresi insieme al corso pre-parto…
  • Aiuta a controllare le contrazioni: Nel momento delle contrazioni, il ruolo del partner è davvero fondamentale. E’ proprio in questo momento che deve mostrare tutto quello che ha appreso durante i corsi prenatali. Si preoccuperà di misurare le contrazioni, in termini di intensità e frequenza e la durata. In questo modo saprà quando è il momento giusto per portarti in ospedale!!
  • Allevia il dolore: Il papà può essere molto utile per distrarre la futura mamma dal forte dolore che sente.Per esempio può effettuare un massaggio sulla zona lombare,che tende ad essere la più dolorosa. Con le sue carezze sulle braccia e sul collo, tutto sarà un po’ più facile!

  • Aiuta con la respirazione: Un altro motivo molto importante per cui il papà deve essere presente in sala parto, è quello di aiutare la partner ad eseguire correttamente gli esercizi di respirazione. Quelli che la gestante ha imparato nei corsi pre-parto e che, a causa dei nervi e delle emozioni del momento, non riesce ad adottare. Quindi è il papà, a motivare, con l’esempio, la respirazione.
  • Taglia il cordone ombelicale del bambino: Una volta che il bambino è nato, il ruolo del papà può diventare uno dei più importanti. Con il permesso dei medici, infatti, può avere l’onore di tagliare il cordone ombelicale, seguendo naturalmente, le indicazioni dei professionisti. Senza alcun dubbio, sarà una delle esperienze più speciali della vita.
  • Contatto pelle a pelle durante le prime ore: Molti studi hanno dimostrato che questo tipo di contatto è molto importante per il neonato. La madre sicuramente avrà il privilegio di conoscere suo figlio per prima, ma il padre può partecipare attivamente a questo emozionante momento. In un secondo tempo sarà lui a prenderlo in braccio e mentre lo accoglie al petto, gli trasmetterà calore, protezione e affetto.

Per un papà è un privilegio assoluto assistere, insieme alla sua compagna, al momento più bello della loro vita, la nascita di un figlio. Un evento che nessun padre ha intenzione di perdere. Quindi, la presenza del padre è importante, ma… molti uomini non possono far fronte a questa situazione, possono diventare molto più nervosi della futura mamma E’ quindi importante valutare se l’uomo se la sente, evitare di costringerlo.

Quindi esistono molti aspetti che rendono la presenza del papà essenziale durante il parto, sia per la madre che per il bambino in arrivo. Loro hanno bisogno del sostegno, della compagnia, dell’affetto… in un momento così unico e speciale della vita. Raccontateci la vostra esperienza, il vostro compagno era presente al momento del parto??

di Lisa