L’infarto ci avvisa un mese prima: ecco i segnali da non sottovalutare

L’infarto miocardico o attacco cardiaco, comunemente chiamato attacco cardiaco, in molti paesi occidentali è la principale causa di morte. Grazie all’immensa conoscenza sulla malattia, per fortuna il numero di morti per infarto sta scendendo.

È bene sapere però che la maggior parte delle persone che ne ha sofferto, ha avvertito alcuni segnali chiari e inequivocabili nei giorni precedenti. Si dice che i sintomi cominciano addirittura un mese prima!

1. Stanchezza

Tutti siamo spesso stanchi, è normale. Ma se la stanchezza sopraggiunge dopo le banali attività di ogni giorno, meglio andare dal dottore, soprattutto se siamo sempre a corto di fiato.

2. Pressione a livello del petto

Uno dei sintomi più forti dell’infarto è il dolore toracico che poi si irradia in altre parti del corpo, come il braccio, il collo, le mascelle, la schiena, lo stomaco. Il dolore dura di solito 15 minuti.

3. Difficoltà a respirare

Spesso facciamo fatica a respirare se stiamo per avere un infarto: chiamate subito un medico!

4. Debolezza

Se spesso vi sentite stanchi e deboli, vuol dire che non arriva abbastanza sangue ai vostri muscoli.

5. Vertigini e sudorazioni fredde

La vertigine può essere causata da una ridotta quantità di sangue che arriva al cervello.

6. Sintomi dell’influenza

Avvertite i sintomi dell’influenza all’improvviso e sono duraturi nei giorni? Attenzione, potrebbe essere infarto.

Attenzione, però, perché i sintomi dell’infarto possono variare da persona a persona!