Metodo Ramzi: un metodo davvero semplice per scoprire il sesso del tuo bambino

Conoscere il sesso del bambino è una delle più grandi curiosità di una donna in dolce attesa, fin dai primi istanti dopo il test. Parenti e amici ci chiedono: “E’ maschio o femmina? Lo sai già?”. Noi dalla nostra parte vorremo iniziare a comprare tutine, accessori, body… Tuttavia, nonostante la grande voglia di sapere il sesso del nascituro, bisogna aspettare la ventesima settimana, quando sarà la morfologica a svelarcelo. Nel frattempo, ci sono tanti giochini da fare per provare ad indovinare il sesso del bebè. Uno di questi è il “metodo Ramzi” che è risultato essere molto preciso. Ma che cosa è e come rivela il sesso del bambino?

Il metodo Ramzi è stato messo a punto da un dottore che in dieci anni ha monitorato 5376 gravidanze. Secondo questa teoria si può capire il sesso del bambino nella pancia, dalla posizione della placenta. Infatti quest’ultima, non si trova necessariamente dallo stesso lato. Scopriamo il metodo…

  • se la placenta si trova sul lato destro, sarà un maschietto;
  • se la placenta si trova a sinistra, sarà una femminuccia.

Pur non essendo a carattere scientifico, questo metodo risulta essere molto affidabile. Infatti, nel 97,2% dei casi, quando si è in attesa di un maschietto, la placenta risulta essere davvero sul lato destro.  Nel 97,5%, se la placenta è sul lato sinistro, nascerà una femminuccia. Il metodo sembra quindi avere una precisione che supera il 97%, una percentuale davvero molto alta! Nonostante l’altissima precisione, la teoria di Ramzi non è ancora ritenuta valida dalla comunità scientifica.

In ogni caso, potete provare a vedere se con voi il metodo Ramzi funziona. Con questa particolare tecnica, già dalle 8 settimane, potrete scoprire se il vostro bebè sarà un bambino o una bambina!

Alzi la mano chi è incuriosita? Condividete!

di Lisa