Negli altri Paesi il bidet non esiste, voi sapete il perché?

Il bidet, in Italia, è uno strumento che fa parte della quotidiana toletta personale. A farne uso sono soprattutto le donne, in particolar modo in quel “periodo” del mese; ma il bidet è quindi utile per lavarsi le zone intime, per sciacquarsi i piedi… nonostante per noi risulti fondamentale per i motivi elencati, all’estero il bidet non esiste!

Ovviamente non vale per tutti i paesi del mondo, ma nella maggior parte delle case straniere il semplice supporto igienico manca. Vi è mai capitato di parlarne con qualcuno che non ha questa abitudine? A noi si e vi diciamo la verità, l’interlocutore si è fatto una grossa risata! Ma ci chiediamo: “Perché siamo rimasti in pochi a farne utilizzo?”. Addirittura, in Francia, paese che gli ha dato i natali è letteralmente estinto.

Sicuramente non esiste una risposta o una verità unica. Ma certamente sono intervenute una serie di concause. Quali? Innanzitutto il bidet fu inventato tra il  XVII-XVIII secolo a Versailles, dove ebbe uno scarso successo. Questo comportò la quasi totale eliminazione dalle case francesi. Perché abbiamo detto quasi? Perché i bidet restarono nelle case di appuntamenti francesi, dove le prostitute lo utilizzavano per pulirsi dopo avere svolto il loro mestiere.

In Italia, viceversa, la Regina di Napoli, Maria Carolina d’Asburgo-Lorena ne volle fortemente la presenza nel suo bagno personale. Da qui l’uso si diffuse a tutta la corte, quindi ne l’intero Paese italiano. Un argomento leggero ma che costituisce un perfetto esempio di come le mode dettate “dall’alto” possano influire sulle abitudini sociali di un’intera popolazione e addirittura sulla sua igiene personale!

L’argomento è leggero ma chissà quante volte, nei nostri viaggi all’estero, ci siamo chieste perché il bidet non c’era! Speriamo di aver soddisfatto la vostra curiosità…

di Federica