Neonata affoga nella vasca, la mamma era distratta dal cellulare

Una nuova tragedia. Cheyenne, 21 anni, è mamma di due bambini. Era pomeriggio inoltrato e la donna aveva deciso di fare il bagnetto alla femminuccia, Zayla. Tra bollicine e paperelle all’improvviso squilla il cellulare della mamma. Cheyenne si distrae, afferra lo smartphone e legge il messaggio. La piccola di soli 6 mesi, intanto era rimasta sola nella vasca…

L’epilogo di questa storia purtroppo non è a lieto fine… la bambina è annegata. La mamma, sotto shock, ha ammesso di aver lasciato Zayla da sola durante il bagnetto. Ma ha voluto precisare che è stata distratta dal pianto dell’ altro figlio. La realtà dei fatti, tuttavia, è molto diversa. La polizia ha scoperto che, mentre la bambina affogava, la madre era intenta a chattare su Facebook.

Le prove sono purtroppo palesi, ben due erano le chat aperte nel lasso di tempo in cui Zayla si è trovata completamente sola, e poi è annegata. Cheyenne nell’immediato ha provato a rianimare la figlia, la corsa in ospedale purtroppo non è servita a nulla.

Purtroppo non è la prima volta che accade un fatto del genere…non credete che questo uso compulsivo del cellulare stia andando un pochino oltre? MAI lasciare da solo un bambino, o peggio, un neonato durante il bagnetto! Questi articoli non servono ne per spaventarvi ne per rattristarvi. Ma, al contrario, servono per avvisarvi! Per entrare nelle vostre coscienze, perché da oggi, dopo essere venute a conoscenza di questa tragedia, ognuna di voi starà molto attenta mentre farà il bagnetto al proprio bambino e ogni volta che, in quel momento, guarderà il cellulare, ripenserà a questa mamma.

C’è tempo per chattare, c’è tempio per Facebook, ma i momenti con il vostro bambino non torneranno più indietro. Una tragedia del genere è irreparabile e vi perseguiterebbe per il resto della vita. VI PREGHIAMO di stare attente, sempre! Ciao Zayla… RIP piccolo angelo.

CONDIVIDETE!

di Lisa