Parto: cosa mettere in valigia?

Le ultime settimane del parto sono caratterizzate da ansia perenne: Come sarà? Che cosa devo fare? ma soprattutto… Cosa metto nella valigia ? Quando mancano circa quattro-sei settimane, alla data presunta del parto, è arrivato il momento di preparare tutto l’occorrente per l’ospedale per noi mamme ma anche per il piccolo che sta per nascere. Nei reparti ostetrici, nei consultori familiari o ai corsi pre-parto vengono distribuiti elenchi dettagliati in cui sono indicati oggetti e vestiario necessari.

Tutto l’occorrente per la mamma:

E’ consigliabile portare una camicia da notte comoda, in cotone, non troppo pesante, non troppo “preziosa” e adatta al candeggio in caso vorreste lavarla per tenerla come ricordo. In sala parto suderete molto, all’inizio per agitazione  e poi per far nascere il vostro bambino. Per i giorni successivi al parto vanno bene tre camicie aperte sul davanti o con i bottoni per facilitare l’allattamento ma anche il pigiama può essere una soluzione, ricordate sempre di comprarlo aperto sul davanti!

Indispensabili: vestaglia per girare nel reparto, calze corte in cotone, pantofole, mutandine comode (per mantenere fisso l’assorbente), la maggior parte delle strutture sanitarie consigliano mutandine usa e getta in carta o rete, più igieniche anche se non proprio comode, asciugamani e una spugna per lavarti.

Aspettate invece per comprare reggiseni da allattamento poiché non si sa quanto il vostro seno potrà aumentare con la “montata latte” che avviene circa 72 ore dopo il parto, tanto ci sarà sempre qualcuno che può comprarli per voi; stessa cosa per la fascia da usare dopo il parto, ormai è sconsigliata dai medici, preferiscono il naturale “riassestamento” del corpo. Cosa mettere invece nel beauty case? Spazzolino da denti, sapone, spazzola, cosmetici per viso e corpo, fazzoletti di carta, deodorante neutro, forbicine, salviette umidificate., insomma tutto l’occorrente per l’igiene quotidiana! Informatevi prima se l’ospedale vi offrirà assorbenti, carta igienica, detergente e disinfettante intimo, coppette assorbilatte, altrimenti procurateli! Altri oggetti utili ma non indispensabili, che possono però farvi comodo, sono: bicchieri di plastica, tovagliolini, sacchetto per la biancheria sporcae  un libro o un lettore mp3 per passare il tempo.

E per il bambino?

Anche la lista per le cose del bambino viene fornita dall’ospedale, differenziata a seconda della stagione in cui il vostro piccolo nascerà. In genere vanno body di cotone con maniche corte o lunghe, calzini o scarpine di cotone o lana. Tutine o completini spezzati con ghettine e maglietta, anche un cappellino. Contate cinque cambi completi! A volte è utile portare una copertina per la culla mentre, di solito, NON sono necessari: pannolini, salviette, necessario per la medicazione del cordone ombelicale, succhiotto e biancheria per la culla. Comunque assicuratevi sempre del necessario! Purtroppo, quest’ultimi, in alcuni ospedali non vengono messi a disposizione della noe-mamma. Fate dei sacchettini giorno per giorno, in ognuno mettete un cambio quotidiano e un etichetta col nome del vostro bambino. Vi faciliterà molto le cose, dopo la nascita intorno avrete solo confusione e così, faciliterete anche le ostetriche e le infermiere. In fine, ricordatevi l’accappatoio per il bambino o un morbido asciugamano con una coperta, entrambi per il momento della nascita.

Preparare la valigia per il parto non è così semplice come può sembrare. Ecco perché è fondamentale muoversi per tempo e avere le idee chiare su cosa portare in ospedale.

Siete pronte per preparate tutto l’occorrente? Avete dimenticato qualcosa?

Condividete amiche pancine e pancione, la valigia è un ossessione per tutte!

di Federica