Pensava di soffrire solo di mal di testa ma muore due giorni dopo

Charlotte ”Lee” Broadway era una donna della Carolina del Nord, negli USA, madre di quattro figli. Lei e il marito Eric si conoscevano dai tempi della scuola, si erano innamorati, si erano sposati e avevano messo su famiglia.

Lee soffriva spesso di emicranie: per lei era “normale” avere mal di testa. Ma il primo aprile 2017 cominciò ad averne uno fortissimo. E’ andata in ospedale, ma non avrebbe mai pensato che era una questione di vita o di morte.

Il marito Eric racconta che non erano preoccupati di quel mal di testa, perché Lee soffriva spesso di emicranie, ma in ospedale la diagnosi fu un’altra: aneurisma cerebrale, una malattia cerebrovascolare che si manifesta quando un piccolo vaso sanguigno si indebolisco e il sangue forma una piccola bolla che comprime il cervello.

La malattia comporta gravi rischi: la pressione sul cervello è troppo forte e il vaso si rompe cominciando a sanguinare. Tutto questo causa un’immensa cefalea, simile a una forte emicrania.

Lee, purtroppo, non ce l’ha fatta: è morta due giorni dopo il ricovero in ospedale, pochi giorni prima di compiere 42 anni.

I medici consigliano di fare attenzione a questi segnali, che potrebbero indicare che ci troviamo di fronte a un aneurisma cerebrale:

– Mal di testa terribile improvviso
– Sensazione di nausea
– Crisi epilettiche
– Svenimento o perdita di coscienza
– Debolezza in braccia e gambe
– Perdita della sensibilità in una parte del viso

 

Se riconoscete questi sintomi, andate subito al pronto soccorso!