Perché le mani sono intorpidite? 7 motivi per cui dovremmo prestare più attenzione alla nostra salute

Quante volte vi è capitato di avere la sensazione di aver perso la sensibilità alle gambe o alle braccia, magari insieme a un leggero formicolio? Solitamente questa sensazione si manifesta quando si interrompe temporaneamente la circolazione del sangue nell’arto interessato. Di solito scompare se cambiano posizione o se ci muoviamo un po’.

Mantenere la stessa posizione troppo a lungo non è l’unica causa degli arti intorpiditi: se le mani spesso soffrono di questo problema, fate attenzione, potrebbe essere il sintomo di una malattia più grave.

Le cause delle mani intorpidite, infatti, possono essere diverse:

– Osteocondrosi cervicale: qualsiasi alterazione della colonna vertebrale provoca una compressione del nervo e interruzione del flusso di sangue, che causa intorpidimento nelle mani, così come emicranie, scarso coordinamento. Controllate la postura ed eseguite ogni giorno degli esercizi appositi. Andate dal medico per ogni consiglio.

– Sclerosi multipla: a causa della distruzione delle membrane cerebrali e nervose del midollo spinale, si interrompe il passaggio degli impulsi nervosi, con ridotta sensibilità agli arti e intorpidimento. E’ una malattia degenerativa neurologica molto grave.

– Sindrome del tunnel carpale: spesso si osserva in persone che lavorano con movimenti sempre uguali delle mani. I movimenti ripetitivi delle dita provocano formicolii spiacevoli nelle mani. Andate subito dal neurologo se la malattia si complica.

– Trombosi venosa dell’arto: il coagulo ritarda il flusso di sangue, con la conseguenza che l’ossigeno e le sostanze nutritive non arrivano a destinazione. La complicanza più grave è la cancrena.

– Anemia e diabete

– Nevralgie del plesso brachiale

– Ictus o incidenti cerebrovascolari