Perde il 25% della vista, per colpa di un “giocattolo non giocattolo”

E’ fondamentale stare molto attenti a ciò che si mette nelle mani dei bambini, alcuni oggetti, apparentemente innocui, possono diventare molto pericolosi e portare conseguenze anche molto pesanti. La banalità e la superficialità, con le quali gli adulti possono decidere cosa concedere ai bambini e cosa no, accresce il rischio di pericolosi incidenti. Nella lista degli oggetti rischiosi possiamo sicuramente aggiungere un giocattolo apparentemente non pericoloso: i puntatori laser.

Tanti medici si sono sentiti in dovere di sollevare la questione sicurezza sui puntatori laser, diffusi tra la popolazione, ad esempio come portachiavi, finendo poi, molto facilmente, anche in mano di bambini anche piccoli, che non sanno assolutamente di cosa si tratta, cosa stanno maneggiando e la potenza di questi giochi definiti appunto pericolosi. Il bambino in foto ha subito un danno del 25% della vista, potrebbe essere ridotto quando l’occhio si sgonfierà, ma rimarrà sostanzialmente così, con un danno serio e permanente, vengono letteralmente bruciate delle aree oculari. Non diciamo che i piccoli non debbano giocare, ma se usano questi oggetti è meglio supervisionare!

A settembre 2015 tre bambini sono stati ricoverati presso il reparto di Oftalmologia dell’ ospedale “Sant’Orsola” di Bologna. Due, uno di 10 e due di 13 anni, hanno avuto una diminuzione della vista di alcuni gradi, l’altro è cieco ad un occhio. Il danno procurato da questo giochino è subdolo, il bambino non sente dolore, subisce il danno silenziosamente ma purtroppo, inesorabilmente.

I medici raccomandano: “Non comprare e soprattutto non usare i laser a luce verde che vengono venduti per strada, nelle bancarelle e nelle fiere e che non hanno provenienza autorizzata”. Infatti, sembrerebbe, che proprio le luci verdi abbiano una lunghezza d’onda più corta che le rende maggiormente nocive; è importante sottolineare che i puntatori laser certificati, non espongono a nessun rischio la salute dei nostri figli poiché seguono normative di riferimento da rispettare assolutamente.

Un ulteriore raccomandazione: i laser con una portata entro i 3-5 milliwatt potrebbero rientrare nei limiti di sicurezza ma purtroppo ce ne sono in circolazione molti che vanno al di là di questa soglia. Ecco alcuni consigli fondamentali:

  • non puntare il laser negli occhi di nessuno, neppure su animali;
  • non disturbare i veicoli;
  • non usarli se non sono certificati come sicuri;
  • non darli in mano ai bambini perché potrebbero trasformarsi in giochi pericolosi e di fatto, non sono dei giocattoli

La regola generale, per tutti è NON guardare mai direttamente la luce di un laser, di qualsiasi tipo, intensità o colore. Conoscevate la pericolosità di questo strumento? Diffondete il messaggio a tutte le altre mamme, condividete!