Piange per la febbre alta, quando la mamma le toglie le calze capisce perché

Scott Walker è un giovane papà del Kansas, Stati Uniti, che ha deciso di pubblicare la sua storia su Facebook, ritenendo che tutti i genitori dovessero sapere quello che gli era capitato…

“Quel giorno Molly, la mia secondogenita, era particolarmente infastidita e non capivo perché… Ho cominciato a preoccuparmi, allora mi è venuto in mente di misurarle la febbre, la temperatura infatti si stava alzando a quel punto ho deciso di toglierle le calze, per farla stare più fresca, ma è stato lì che ho scoperto qualcosa di spaventoso…”

art1

“Ho notato che l’indice del piede di mia figlia era stranamente gonfio, molto gonfio! Guardando bene mi sono accorto che un grumo di capelli aveva avvolto il ditino di Molly, impedendo così la circolazione del sangue.”

1a

“Sono andato subito su internet per informarmi, anche delle possibili conseguenze, e ho appreso che questa situazione era definita ‘Sindrome del laccio da peli’. Fortunatamente mia moglie ha dei super-poteri ed è riuscita a fronteggiare benissimo l’emergenza medica. Ha preso una pinzetta e una lente di ingrandimento, con molta attenzione è riuscita in pochi minuti a rimuovere i capelli dal dito della bambina.”

1c

“Finita l’operazione, esattamente 45 minuti dopo che i capelli erano stati rimossi, ho scattato una foto al piedino di Molly… sfortunatamente i capelli avevano tagliato la pelle del ditino della mia bambina, ma sarebbe potuta finire peggio se il dito fosse rimasto ancora per molto avvolto da quel grumo. Il dottore mi ha rassicurato dicendomi che la sindrome del laccio da peli è abbastanza comune, l’unica soluzione che mi ha consigliato, è stata quella di controllare regolarmente le dita della bambina.”

1b

Il post pubblicato su Facebook da Scott ha avuto tantissime condivisioni e ha fatto il giro del web, arrivando fino a noi. Quella di Molly è una storia sorprendente, che fortunatamente si è conclusa senza gravi conseguenze per la piccola. E voi, conoscevate questa sindrome? Ne avete mai sentito parlare? Scommetto che da oggi tutte guarderemo le dita delle manine e dei piedini dei nostri piccoli cuccioli, così da poter intervenire subito!

Condividete mammine!