Quale figura hai visto per prima? Ecco il test di proiezione che svela le tue paure più inconsce.

Nella psicologia vengono utilizzati diversi “test di proiezione”, questi servono ad individuare le nostre paure più inconsce, i timori, le angosce e i sentimenti più profondi. Queste emozioni represse, tendono a far scattare in noi dei meccanismi di difesa e delle reazioni d’impulso che fanno parte della nostra personalità.

Tra i test di proiezione più conosciuti traviamo quello di Rorschach, che sarebbero le macchie di inchiostro nelle quali si possono individuare delle figure, dipendenti dalla persona che le guarda. Ognuna delle immagini che si intravedono ha un significato differente. In questo test dovete solo concentrarvi sulla prima figura che individuate, “dove cade l’occhio” in pratica.

Qual’è la prima figura che vedi?

Con la tua risposta, sarà possibile scoprire le paure più inconsce che ti porti dietro e che influiscono sulla tua personalità.

La bambina

Se hai visto per prima la bambina, probabilmente le tue emozioni represse derivano dall’infanzia. Possono risalire persino alla gestazione, al parto o ai primi giorni di vita. Il rapporto con la propria madre è molto importante, specie in tenera età. Se per qualche motivo si è dovuti restare distaccati da lei, o vi ha dato poco affetto o persino il rapporto che avevano i vostri genitori tra loro era troppo burrascoso, sono traumi che possono seguirci anche in età adulta. Questo condiziona la nostra personalità. Può renderci inconsciamente timorosi di prendere decisioni e insicuri di noi stessi, come se sentissimo sempre il bisogno di avere conferme o consigli da terze persone, così da poter far ricadere la colpa anche su altri, se dovessimo fare la scelta sbagliata.

 

La farfalla

La farfalla ha diversi significati. Nei sogni, se è luminosa con colori vivaci indica buoni auspici, fortuna in arrivo, l’inizio di un periodo prospero della vita; mentre se è scura rappresenta delle occasioni perse, o il rischio di farsi sfuggire un’opportunità importante. La farfalla è molto legata al mondo spirituale. Se l’hai notata prima delle altre figure, indica la paura di aver perso la propria strada e la necessità di intraprendere un percorso spirituale, ricordando le persone care, ormai scomparse. Può anche significare che avete perso la fiducia in voi stessi, oltre ad una paura incosciente della morte.

La fragola                 

La fragola rappresenta il cuore, il simbolo dell’amore. La leggenda narra che quando Adone morì, la Dea Venere non smise di piangere per molto tempo, e ad ogni lacrima caduta sulla terra, nasceva un cespuglio di fragole. Se questo frutto è la prima figura che hai visto, indica che hai paura di imbatterti in una relazione amorosa che potrebbe finire male, hai paura di essere tradito o di amare senza essere corrisposto. Questa paura inconscia ti porta ad intraprendere storie superficiali, dove fin dall’inizio già sai che finiranno presto. Anche questa paura può derivare da un rapporto sofferto con uno dei genitori, o dallo stesso rapporto che c’era tra di loro.

 

Il teschio

Il teschio non è un’immagine veramente presente, ma è un illusione ottica creata dalla posizione di altri elementi reali. Se hai visto il teschio come prima figura significa che hai la paura incosciente di affrontare le delusioni che possono infliggerti altre persone. Si ha paura della propria morte o della morte di una persona cara. Questi timori derivano da un avvenimento dove ci siamo sentiti impotenti e in colpa per non essere stati in grado di intervenire, magari perché la scelta era di un’altra persona o magari si trattava della vita di una persona cara. Questo senso di paura e impotenza non deve essere sottovalutato. deve essere scovata la causa per poter elaborare queste emozioni.

Gli alberi

L’albero rappresenta le nostre radici e quindi una parte importante del nostro io. In questa foto gli alberi si uniscono come formando un ponte. Se questa è la figura che hai notato per prima, indica che hai un conflitto interiore che non riesci ancora a risolvere. E’ facile conoscere i propri dubbi e le proprie incertezze, proprio per questo spesso non si riesce a ricavarne una risposta. La cosa migliore sarebbe quella di confidarci con qualcuno che non abbia secondi fini e che non sia coinvolto emotivamente, per poter chiedere un parere esterno che potrebbe farci vedere le cose da un’altra prospettiva.

di Amanda