Quando il neonato riconosce la sua mamma?

Il rapporto madre-figlio si sviluppa prestissimo, già nella vita intrauterina: il piccolo passa nove mesi nel ventre materno, pur non vedendo la sua mamma, percepisce la sua voce, il suo battito cardiaco, le emozioni che prova, le ansie, il malessere e il benessere… Il legame, quando il piccolo viene alla luce è già instaurato. Moltissime mammine si chiedono: “Ma il mio bambino mi riconosce subito? Appena nato? Oppure no?”

La risposta a questa tipica domanda è si, il piccolo riconosce subito la sua mamma e lo fa attraverso vari sensi: prima con l’udito, uno dei più importanti. Il bebè, intorno alle 30 settimane è capace di ascoltare i “rumori” che lo circondano, li riconosce come familiari. Quando sarà nato, quindi, riconoscerà la voce delle mamma tra mille altre voci e quel dolce suono lo rassicurerà e lo aiuterà ad ambientarsi in quella nuova vita a lui estranea. Molto importante è anche l’olfatto: le cavità nasali si sviluppano all’interno della pancia e a 8-9 settimane, i piccoli riconoscono l’odore della mamma, anche a 2 metri di distanza! Sapevate che il sudore della mamma, dopo il parto, ricorda al piccolo l’odore del liquido amniotico?

Anche il latte materno connette madre e bambino: nel pancione il bebè mangiava liquido amniotico che prende il sapore dai cibi che la mamma assume in gravidanza, così come il latte che il piccolo ciuccia dalla mamma. I sapori del liquido amniotico saranno gli stessi che il bambino ritrova nel latte, ulteriore prova del riconoscimento del neonato della propria mammina! Anche per questo dovete evitare cibi troppo forti e “vizi” che vanno ad alterare il sapore del latte.

L’ interesse del piccolo, invece, va sviluppato con uno scambio comunicativo tra madre e figlio: osservandosi reciprocante, avvolgendolo tra le braccia durante la poppata e parlandogli in modo rassicurante. Il “riconoscimento della mamma” è una tappa fondamentale del processo di attaccamento del piccolo nei confronti della persona più importante della sua vita, vivetevi questi indimenticabili momenti in tranquillità! Cercate momenti di intimità, solo vostri e non solo per il piccolo ma anche per voi stesse!

La maternità è la cosa più bella che possa capitarvi nella vita e va goduta minuto per minuto, in libertà e, soprattutto, senza stressarvi, anche se questo, all’inizio, è quasi impossibile. Ma non date importanza a ciò che vi circonda, non ascoltate i giudizi e imparate ad inspirare profondamente. Il vostro stato d’animo condiziona anche quello del piccolo, per cui pensate solo a stare bene con lui e ricordatevi che la mamma sa sempre cosa va bene e cosa no per il suo bambino. Tutto il resto verrà da se, il tempo vi insegnerà ogni cosa e vi aiuterà ad essere delle madri meravigliose!

di Lisa