Quante volte fai pipì ogni giorno? Tutto quello che devi sapere sulle sane abitudini in bagno

Mangiare in modo sano, fare attività fisica, dormire le giuste ore durante il giorno sono la base per una vita salutare: il nostro corpo va curato e non dobbiamo mai ignorare i segnali che ci manda. Lo sapete che il nostro comportamento in bagno dice molto del nostro stato di salute?

Il colore, l’odore, quanto spesso la facciamo sono indizi preziosi per sapere se stiamo bene: potremmo soffrire di disturbi al cuore o di diabete e potremmo scoprirlo proprio osservando le nostre abitudini in bagno. Ovviamente, in caso di dubbio è sempre bene consultare il medico, non dimenticatelo mai!

Quante volte dovremmo fare pipì in un giorno

La maggior parte delle persone fa pipì dalle 6 alle 8 volte al giorno. Ci sono molti fattori che influenzano la frequenza, compresi alimenti e bevande che vengono consumati, ma anche quanto liquido perdiamo durante la respirazione o la sudorazione. I bambini tendono a farne di meno degli adulti e anche farmaci e integratori a base di erbe possono influire su questo aspetto.

Che aspetto ha la pipì?

Se state bene, dovrebbe avere un colore pallido o un color oro. Il colore cambia a seconda di quanto abbiamo bevuto, ma anche da altri fattori. Se è molto chiara, potremmo aver bevuto molto, mentre se è molto scura forse è il segnale che siamo disidratati!

Quando si fa troppa pipì?

Se si superano le 8 volte in 24 ore o se vi dovete alzare di notte per più di 2 volte, allora è troppo, meglio consultare un medico. Se bevete molto, assumete dei farmaci o siete in dolce attesa, allora è normale. Altrimenti c’è qualcosa che non va.

Perché si fa tanta pipì di notte?

La maggior parte delle persone dorme dalle 6 alle 8 ore senza alzarsi per andare in bagno, ma ovviamente molto dipende da quanto si è bevuto prima di coricarsi. La minzione notturna frequente può essere causata dalla gravidanza, dai farmaci o dal consumo eccessivo di liquido. Ma anche da malattie come diabete, ansia, problemi alla prostata, infezione al rene, apnea notturna, vescica iperattiva, tumori, prolasso della vescica, edema, disturbi neurologici, insufficienza cardiaca, alti livelli di calcio nel sangue.

Cosa succede se si hanno problemi a urinare?

Le persone che soffrono di ritenzione urinaria acuta non riescono a svuotare la vescica: bisogna subito andare al pronto soccorso. La ritenzione urinaria cronica richiede un trattamento medico, perché non si tratta di un evento sporadico, ma probabilmente c’è una causa da investigare.

E se scappa qualche goccia?

Si chiama incontinenza urinaria e ne soffrono molte donne. E anche gli uomini! Diverse le cause: età, parto, gravidanza, menopausa, isterectomia, prostata allargata, cancro alla prostata, disordini neurologici, ostruzione del tratto urinario, infezione del tratto urinario, stipsi.

Cosa succede se la si trattiene?

La vescica delle donne può contenere l’urina per circa 3 o 6 ore. Non ci sono complicazioni specifiche a trattenerla, anche se spesso si possono sviluppare infezioni delle vie urinarie.

Quando andare dal medico

Se la pipì ha un colore strano, se diventa rossa o rosa. A volte si assumono farmaci particolari. E’ normale se si mangia rabarbaro o barbabietole, ma può indicare infezioni, malattie del rene o problemi alla prostata.

Se la pipì diventa arancione: prendete farmaci o vitamine particolari? Forses siete disidratati o avete un problema al fegato.

Se la pipì diventa blu o verde: la causa dovrebbero essere dei coloranti di alimenti o farmaci, ma anche di problemi di salute rari.

Se la pipì è schiumosa: potrebbero esserci proteine nelle urine che indicano possibili problemi ai reni.

Se la pipì ha uno strano odore: succede se si mangia l’asparago, se non si beve molto, ma potrebbe anche essere segno di diabete o di infezione, ma anche di malattie genetiche.