“Sempre accanto a te mamma”, l’ultimo gesto d’amore di un bambino malato

Rannicchiato a terra, in bagno, disteso sul tappeto, a pochi centimetri dalla doccia, per restare sempre accanto alla madre, anche mentre si lava, per non perdere un solo momento. Il piccolo Nolan sta morendo di cancro, vuole godersi l’affetto e l’intimità della sua mamma, perché potrebbe essere l’ultimo… E’ questo lo straziante e dolcissimo retroscena della foto pubblicata qualche giorno fa dalla madre del piccolo…

Nolan ha purtroppo perso la sua battaglia contro il tumore ai polmoni, lo scorso 7 febbraio. Il percorso delle metastasi è stato irrefrenabile, in poche settimane si sono diffuse in tutto l’organismo, non lasciandogli scampo, Nolan aveva solo 4 anni. Dopo 18 mesi di dura lotta contro la brutta malattia la madre, Ruth Scully, ha dovuto salutare per l’ultima volta il suo bambino. La giovane donna ha voluto raccontare su Facebook la triste storia, vissuta da lei e dalla sua famiglia, nella speranza di un miracolo, che purtroppo non è mai arrivato…

Ruth ha scritto sui social: “Il momento più difficile è stato quando gli ho dovuto spiegare che non c’era più nulla da fare, mi sono seduta vicino a lui, ho adagiato la mia testa accanto alla sua e ci siamo detti… 

Io: Piccolo respirare fa male vero?
Nolan: Beh…. Sì.
I: Senti tanto dolore vero tesoro?
N: (guardando giù) sì.                                                                                                                                                                         I: Questo cancro fa schifo. Non devi più combattere.
N: No?? Ma lo farò per te mamma!!
I: È quello che hai fatto?? Lottare per la tua mamma??                                                                                                             N: Beh ovvio!!
I: Quale è il compito della tua mamma?
N: Tenermi al sicuro! 
I: Tesoro, non posso più farlo qui. L’ unico modo che ho per tenerti al sicuro è in cielo… (il mio cuore era a pezzi)
N: Andrò in paradiso e giocare, finché non arriverai! Verrai vero?
I: Assolutamente!! Non puoi sbarazzarti di mamma così facilmente !!
N: Grazie mamma!!! Allora vado a giocare…

Nolan dopo questo dialogo, parlava a stento, prima di morire si è svegliato per qualche istante, ha aperto gli occhi, ha sorriso e ha sussurrato: “Ti amo mamma!”, ha girato la testa e alle 11.54 è morto mentre Ruth gli canticchiava: “You are my sunshine”. Il post ha raggiunto 855 mila Like e ha ricevuto 563 mila condivisioni, dobbiamo fare di più con la raccolta fondi, con la ricerca, le opzioni sui trattamenti. Aiutiamo tutti i bambini nella stessa condizione di Nolan. Condividete e lasciate un saluto per lui. RIP piccolo grande angelo…