Sono sopravvissuta all’aborto che invece ha ucciso il mio gemello

“Mi chiamo Claire Culwell, per coloro che non conoscono la mia storia, sono sopravvissuta ad un aborto di una gravidanza avanzata. Mia madre, all’epoca, aveva 13 anni, ha abortito mentre era incinta di me e del mio gemello, al quinto mese di gravidanza. La pratica di interruzione riuscì per mio fratello ma non per me, non si erano accorti della mia esistenza. Allora mia  madre tornò in clinica… dopo fu inviata in un ‘centro di aborti per gravidanze avanzate’ in Kansas.”

Dato che l’aborto avvenne nel 1988, possiamo supporre che l’intervento sia avvenuto nella clinica per gravidanze avanzate di Tiller (famoso abortista in gravidanze avanzate ucciso da un anti-abortista). “Dopo aver esaminato lo stato di salute di mia madre, l’abortista non poté praticare il secondo aborto, poiché i rischi erano potenzialmente fatali.” Kermit Gosnell, il medico, è stato condannato per omicidio e ha ricevuto la pena dell’ergastolo per l’assassinio di tre bambini nati vivi nella sua clinica. In più la condanna per omicidio colposo per overdose di una donna a cui ha praticato un aborto in gravidanza avanzata.

La settimana scorsa stavo studiando la ‘Lettera ai Romani’ insieme a mio padre… uno dei versi diceva: ‘Cristo morì per i peccatori’. E’ questo che intendo. Io ho perdonato mia madre, sua madre che l’ha costretta ad abortire e il dottore che ha ucciso il mio gemello’. 

“Ho sempre voluto conoscere l’uomo che ha praticato l’aborto a mia madre, la persona che tolse la vita a mio fratello o sorella. Voglio dire a quella persona che è perdonata. Non solo da me ma anche da Dio. Voglio mostrargli le foto della mia infanzia e di mia figlia… le parti fenomenali della mia vita che non sarebbero accadute se l’aborto avesse avuto successo. Voglio parlargli di mia madre, una donna bellissima, derubata della sua infanzia all’età di 13 anni a causa dell’aborto. Voglio raccontarle le gioie della vita, dell’amore e della felicità…”.

“Ci sono ancora molti medici che copiano le pratiche abortive di Tiller. Queste sono le persone per cui io prego. Spero che un giorno abbiano gioia e amore e che accettino il perdono del Signore. Unitevi alla mia preghiera. Dopo tutto abbiamo ricevuto il dono più grande: la libertà e il perdono di Cristo”.  

La capacità di Claire di saper superare queste avversità è fonte di ispirazione per tutti noi. Se volete saperne di più sulla sua incredibile storia, prendetevi un momento per guardare questo video in lingua originale:

di Lisa