“Stavo assistendo un parto quando, all’improvviso ho sentito del liquido ma…”

“Mi chiamo Emily ho 28 anni e lavoro nel reparto maternità dell’ospedale della mia città, sono un’ostetrica. Ho scoperto di aspettare un bambino, una notizia che mi ha cambiato la vita ma ho deciso di non rinunciare al mio lavoro, nonostante devo ammettere che sia stato tanto difficile vedere mamme perdere bambini ma lo facevo da una vita quindi avevo già un sacco di ricordi.

Un giorno stavo assistendo un parto, io ero di 36 settimane, quando ho iniziato a sentire tutto bagnato, credevo che la mamma di fronte a me avesse rotto le acque e che quello fosse il suo liquido amniotico ma poi mi ha attraversato un dolore incredibile e ho ragionato, non era lei, cioè lei stava partorendo ma anche io!!

Il mio supervisore è scappato e si è ritrovato ad assistere due parti! Era il mio primo figlio ed è successo tutto così all’improvviso. Un parto meraviglioso e dopo pochissimi minuti, stringevo tra le mie braccia l’amore della mia vita, la mia piccola e bellissima Jett.

Il mio compagno poverino si è precipitato ma penso che non ci sia nulla di più bello, essere chiamati all’improvviso, quando meno te lo aspetti, fare una sorpresa del genere, è una di quelle cose che si ricordano per tutta la vita!

Oggi Jett è grande, bella, sana e io sono tornata al lavoro, continuo ad assistere e a dare forza a tutte le mamme che vengono a partorire da noi, così come continuo a tenere la mano a quelle con cui la vita ha deciso di essere ingiusta. E vi assicuro che non è facile, soprattutto dopo che sono diventata mamma. Dopo una scena del genere torno a casa e guardo Jett e penso a quanto la amo e se fosse capitato a me e perché la vita deve essere così, ma la risposta non c’è purtroppo…. “

di Lisa