Svezzamento: quali sono gli errori da non fare?

Lo svezzamento è un delicato momento che rappresenta il passaggio dall’allattamento alle prime pappe; è una fase molto importante nella crescita del bambino, gli errori fatti in questo periodo possono portare conseguenze importanti, anche a lungo termine: rischio di obesità, ipertensione, abitudini alimentari sbagliate, di cui potrebbe essere poi difficile liberarsi.

Quali errori evitare allora durante lo svezzamento?

  • Sbagliare i tempi: troppo presto o troppi tardi? Lo svezzamento va iniziato non prima del quarto mese e non dopo il sesto, la fretta può provocare i “danni” elencati prima, il ritardo invece, carenze nutrizionali. Sentite sempre il parere del medico, non improvvisare con il “fai da te”;
  • Latte vaccino troppo presto: il latte di mucca è ricco di proteine e non è consigliato per i bambini al di sotto di un anno, se il latte materno non è sufficiente, meglio utilizzare il “latte artificiale”, più simile per composizione a quello materno;

  • Aggiungere sali ai cibi: un’abitudine piuttosto sbagliata, può esporre il piccolo al rischio ipertensione e condiziona il palato del bambino, che cercherà cibi sempre più sapidi;
  • Eccedere con gli zuccheri: come il sale, anche lo zucchero tende a alterare il gusto, stimolando abitudini alimentari sbagliate. Per un corretto apporto di nutrienti, la percentuale di zuccheri non deve superare il 5-10% delle calorie giornaliere totali.

In linea di massima il bambino può assaggiare tutto quello che desidera e mangiare da subito insieme a mamma e papà, in modo graduale e proponendogli per ultimi i cibi considerati “pericolosi per le allergie”. Fatevi consigliare e aiutare dal pediatra, la fase dello svezzamento è, inizialmente, terrificante per ogni mamma!

E soprattutto non abbiate paura di dire di no alle persone intorno a voi se vogliono dare da mangiare al vostro piccolo un cibo che ancora non avete integrato nella sua dieta. E una cosa più che normale chiedere sempre prima il permesso alla mamma ma purtroppo c’è chi non lo fa! Sono fasi che poi si dimenticano e capire le nostre paure e il nostro momentaneo stato d’animo a quanto pare è difficile per tutti! Ma voi fregatevene, non abbiate paura di dire NO!

Come è andato il periodo dello svezzamento del vostro piccolo? Raccontateci la vostra esperienza…

di Lisa