Telecamere negli asili? Il “SI”della Camera! Presto la legge!

Finalmente una vittoria per tutte le mamme, e non solo, che hanno combattuto tante battaglie portate avanti a gran voce. Qualche giorno fa la notizia che tutti aspettavano: la Camera ha detto “SI”alla legge che prevede l’installazione delle telecamere di sicurezza negli asili e nelle case di riposo.

Con 279 voti favorevoli, 22 contrari e 69 astenuti, è stato dato il primo via libera alla collocazione delle telecamere. L’installazione di questi dispositivi è fondamentale in queste strutture in cui sono presenti persone fragili e impotenti, troppo spesso vittime di violenze e terribili abusi.

Le immagine registrate potranno essere accessibili solo alla Polizia o al pubblico Ministero, dopo una credibile testimonianza o denuncia ricevuta. Questo per tutelare la privacy degli anziani e dei minori oggetto delle violenze da parte di badanti, operatori sanitari e maestre.

Inoltre, per l’installazione del sistema di videosorveglianza, sarà necessario il consenso dei sindacati. La loro presenza, nei luoghi che dovrebbero far riposare e tranquillizzare gli uni, e far crescere ed educare gli altri, dovrà essere segnalata da appositi cartelli.

Si è arrivati ad una svolta importante, un piccolo passo in un percorso lunghissimo per portare obbligatoriamente le telecamere nelle scuole materne, negli asili nido e nelle case di cura. Solo così finalmente si potranno avere le prove per arrestare gli autori di queste spregevoli violenze che straziano la vita di chi le subisce, causando un danno a volte, irrimediabile. Ora bisogna aspettare il sì da parte del Senato, affinché questa proposta, approvata per il momento solo dalla Camera, possa diventare legge a tutti gli effetti,  come noi tutti speriamo.

Uniamoci al coro, combattiamo per questa legge, tuteliamo i nostri figli e i nostri nonni! Condividete!!

di Lisa