Trova una neonata in un cassonetto, 20 anni dopo succede qualcosa di incredibile…

E’ ottobre a Hoffman Estates, in Ilinois, siamo nel 1995. Quel giorno un muratore era uscito per gettare un mucchio di detriti nella spazzatura, era un gesto quotidiano, ma invece è accaduto qualcosa di incredibile… l’uomo sentì un gemito provenire dal cassonetto, inizialmente ha pensato ad un gattino abbandonato, invece guardando meglio, notò una busta di plastica bianca, chiusa con un nodo molto stretto, quello che trovò li dentro lo lascio veramente senza parole:

“All’interno di quella busta c’era una bambina appena nata, non potevo crederci!”. L’uomo era sbigottito, per un attimo ha titubato ma subito dopo ha chiamato il 911, i soccorsi si sono precipitati sul posto. La bambina era stata abbandonata dalla madre, in quel cassonetto ha rischiato veramente di morire, le temperature erano glaciali e senza mangiare non avrebbe resistito molto. Dopo le cure, in pochissimo tempo, la piccola fu adottata, il suo nome è Morgan Hill, e oggi ha 22 anni.

Morgan Hill ha sempre saputo di essere stata adottata, ma non conosceva i dettagli della sua storia. Diversi anni fa, i genitori le hanno raccontato tutto  e Morgan, da allora, ha deciso di mettersi alla ricerca del muratore che le aveva salvato la vita, lo chiamava “il mio angelo custode”. La ragazza ha fatto di tutto, visitava i social in cerca di informazioni e cercava i particolari nelle fotografie. Alla fine, grazie anche all’aiuto dell’emittente televisiva locale, è finalmente riuscita a trovarlo!

Quando Morgan ha incontrato il suo salvatore, l’emozione ha vinto su tutto, ha detto: “Sono scoppiata in lacrime e la prima cosa che gli ho detto è stata, ‘Grazie!’, e l’uomo con semplici parole ha risposto: “Tesoro, sei così amata”. Poi l‘uomo ha voluto mostrarle le foto del loro incontro, le teneva come una reliquia, le immagini lo ritraevano mentre cullava la bimba nelle sue braccia, quando erano in ospedale. Le ha regalato una spilla a forma di angelo, in suo ricordo, come ricordo di quel giorno, in cui la piccola era stata salvata, dopo il commovente incontro inutile dire che Morgan la indossa ogni giorno, orgogliosamente.

E’ una storia commovente, ricca di speranza, ci aiuta a pensare che nella vita c’è sempre una seconda possibilità per farcela, per lottare contro un destino che sembra, a volte, segnato! Condividete amiche, siamo sicure che adesso che Morgan ha incontrato il “suo angelo” non lo lascerà mai più!

di Lisa