Un feto di 21 settimane stringe il dito del medico durante l’operazione

Il 19 agosto del 1999, un’equipe medica degli Stati Uniti, ha “prelevato”, dal grembo della madre Julie Armas, un feto di sole 21 settimane. Prima di venire al mondo, al bambino era stata diagnosticata la “spina bifida” ovvero una deformazione della spina dorsale. I medici sono dovuti intervenire con una particolare tecnica di chirurgia prenatale. Durante l’operazione è successo qualcosa che vi lascerà a bocca aperta…

4

Questa immagine, 17 anni fa, ha fatto il giro del mondo. Durante l’operazione il feto allungò una manina verso uno dei dottori, questa è la prima interazione umana mai registrata! Quattro mesi dopo e grazie all’intervento conclusosi con successo, il 2 dicembre 1999 Samuel Armas è venuto la luce.

Samuel-Armas

Samuel oggi ha quasi 18 anni, indossa purtroppo dei tutori sulle gambe e per affrontare lunghe distanze utilizza la sedia a rotelle. Diciamo che l’intervento del 19 agosto gli ha permesso di stare un pochino meglio infatti riesce a correre, sa nuotare ed è bravissimo a giocare a basket, è un vero campione!!

477804ee13272630dbc7ef907848bd90

E’ meraviglioso pensare che un intervento, anche prenatale, possa cambiare la vita di un essere umano per sempre. E’ stata la “stretta della speranza” a donare a Samuel una nuova esistenza! Infatti già durante la vita intrauterina un bambino matura le proprie capacità sensoriali e risponde ai cambiamenti alterando il proprio battito cardiaco o come in questo caso, per la prima volta, allungando un ditino verso chi si stava pendendo cura di lui.

Condividete questa foto… è l’immagine della vita!